19 Marzo 2002 - 01:00

    La passione dei poveri va in scena nel carcere

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    "Passione di poveri Cristi". è la rappresentazione teatrale che questa sera sarà presentata nel carcere romano di Rebibbia da un gruppo di attori d'eccezione, i ragazzi della Casa Famiglia Villa Glori, dove sono ospitate persone colpite dall'aids. è un dramma che prende spunto da storie di tutti i giorni, storie di periferia, di grandi e piccole metropoli dove, non di rado, ragazzi di tutte le età sono chiamati a cimentarsi con la violenza della droga, con l'emarginazione, con l'aids. Autore e regista è Massimo Raimondi, responsabile di Villa Glori.
    Lo spettacolo di questa sera è la fine di un ciclo di incontri e rappresentazioni svolto nella parrocchia di San Bernardo da Chiaravalle, concluso domenica scorsa con una messa celebrata da monsignor Guerino Di Tora, direttore della Caritas romana. «Lo spettacolo / spiega Massimo Raimondi / segna il culmine di un sofferto, ma liberante cammino di persone che hanno sperimentato i lati più oscuri e drammatici dell'esistenza». Persone che «dopo un lungo cammino incontrano il Cristo che muore...».
    Ultima modifica il 19 Marzo 2002 - 01:00

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.