Stampa questa pagina
23 Dicembre 2016 - 13:33

"È la grazia che amabile passa, e ci fa segno"

Vota questo articolo
(0 Voti)

Care Amiche e Amici,

ci salutiamo e come tutti gli anni ci auguriamo a vicenda dodici mesi  di belle avventure nel segno di una rinnovata comprensione e di un impegno concreto  per provare ad alleviare difficoltà e  sofferenze di tanti intorno a noi.

In primo luogo un ringraziamento a Voi tutti:

è stato bello lavorare insieme, approfondire argomenti, affrontare battaglie solidali, diverse ancora "in piedi" e qualcuna siamo pure riuscite a vincerla, contro ogni previsione.

Siamo purtroppo  un po' più soli, in questo 2016 amici e maestri se ne sono andati, e restiamo qui noi a testimoniare, anche per loro:

Padre Pierino d'Eugenio, Maria Pia Fusco, Marco Pannella, Valentino Zeichen, Pia Pera, Ettore Scola, Alberto Simeone, Umberto Veronesi, Claudio Bonichi, Alvise Zorzi, Carlo Azeglio Ciampi.

Sono state vite importanti per l'Italia tutta e per la  storia di angelipress in particolare;

con alcuni  abbiamo lavorato, amato, gioito insieme, altri sono stati davvero determinanti per il  nostro cammino.

Ci aspettano giorni impegnativi e colmi di passione, ma da soli non possiamo affrontarli e Vi chiediamo quindi di continuare a percorrere questo pezzo di strada, insieme.

"C'est la Grace qui passe amaible et nous fait signe" scriveva Paul Verlaine.

È il verso di un grande peccatore che Dio amò immensamente: "È la Grazia, che amabile passa, e ci fa segno".

Con affetto

Paola Severini Melograni e la Redazione di Angelipress.com

Ultimi da AngeliPress