06 Febbraio 2019 - 10:44

    “Io dico no” alla droga

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    La campagna del Comune di Milano

     

    È stata presentata il 4 febbraio 2019 a Palazzo Marino dal vicesindaco Anna Scavuzzo la campagna di comunicazione Io dico no per sensibilizzare i cittadini, soprattutto i più giovani, sul tema della consumo di droga.

    Per quindici giorni la campagna, ideata dagli studenti del corso Tecnico Grafica e Comunicazione dell'Istituto di Istruzione Superiore di Inveruno durante il periodo di alternanza scuola lavoro svolto negli uffici di Palazzo Marino, sarà diffusa in tutta la città tramite totem, locandine, cartoline e manifesti presenti anche nei corselli della metropolitana per raggiungere il maggior numero di persone.

    La campagna di comunicazione rientra nelle azioni che il Comune di Milano promuove periodicamente sui temi di impegno sociale e nel sostegno alle azioni previste dal Protocollo firmato in Prefettura lo scorso mese di giugno, che ha dato vita al Progetto SCUOLE SICURE, messo in campo per prevenire e contrastare il fenomeno dello spaccio e del consumo di droga.

    I dati raccolti dicono che sono principalmente i ragazzi in età adolescenziale ad avvicinarsi al consumo di sostanze stupefacenti e psicotrope, molto spesso per un profondo disagio sociale o personale. Informare e sensibilizzare i giovani sulla pericolosità del consumo delle droghe è uno degli strumenti che le amministrazioni possono usare per contribuire a contenere un fenomeno che negli ultimi anni risulta purtroppo in crescita.

    Fonte: Comune di Milano

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.