Stampa questa pagina
26 Luglio 2019 - 10:12

Sant’Egidio: vacanza alternativa dei volontari insieme ai profughi giunti a Lesbo e a Samos In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Fino al 31 agosto 150 italiani, a turno, animeranno numerose attività per gli stranieri che, in migliaia nei campi profughi, vivono una lunghissima attesa dell’asilo politico

 

Da l20 luglio, fino al 31 agosto, 150 volontari, giovani e adulti della Comunità di Sant’Egidio, insieme ad un gruppo di mediatori culturali, passeranno, a turno, la loro vacanza insieme ai profughi di Lesbo e  Samos. La scelta - che rientra in un più ampio programma di estate all’insegna della solidarietà #santegidiosummer – è dettata dalla situazione che si è venuta a creare nelle due isole greche, dove si possono attendere tempi molto lunghi prima di avere una risposta alla domanda di asilo politico.

I volontari terranno corsi di inglese e apriranno laboratori con diverse attività, animazione per i numerosi bambini e giovani presenti, feste e scambi culturali. L’obiettivo è quello di mantenere viva la speranza per chi è fuggito dalle guerre o da condizioni di vita insostenibili nel proprio Paese ed ora si ritrova in una sorta di “limbo” che porta soprattutto i giovani alla perdita di fiducia nel futuro.

A Lesbo, dove attualmente sono presenti oltre 7mila profughi, la nazionalità più rappresentata è quella afgana mentre a Samos, che registra più di 5mila presenze è giunto anche un buon numero dalla Africa subsahariana. Molti i minori e i giovanissimi che sognano una vita migliore.

Ultimi da AngeliPress