10 Settembre 2019 - 13:40

    Il film “L’Insulto” inaugura la XIV edizione di Cinema senza Barriere®

    Vota questo articolo
    (1 Vota)

    La proiezione si terrà mercoledì 11 settembre, all’Anteo Palazzo del Cinema di Milano

     

    Torna Cinema senza Barriere®, la rassegna cinematografica ideata da A.I.A.C.E Milano che consente la visione dei film ai disabili sensoriali (ciechi, ipovedenti e sordi) assieme al normale pubblico. Audiodescrizione e sottotitoli permettono alle persone non vedenti di ricevere maggiori informazioni rispetto ai dialoghi del film. I non udenti possono cogliere più sfumature grazie alla sottotitolatura integrata con aspetti riguardanti le musiche, i suoni e i rumori.

    Il progetto, che tra le altre cose sarà presentato martedì 17 settembre nell’ambito di un seminario per docenti e formatori Vedere, fare e pensare il cinema a scuola: scenari e prospettive al cinema Arlecchino di Milano, è stato ideato nel 2005 dai codirettori Eva Schwarzwald e Romano Fattorossi, ed è nato grazie alla collaborazione con ENS (Ente Nazionale Sordi Onlus di Milano) e UIC (Unione dei Ciechi e degli Ipovedenti) con lo scopo di promuovere concretamente il diritto di chiunque di andare al cinema, non udenti e non vedenti inclusi, godendo appieno di uno spettacolo nella stessa sala con persone normodotate.

    A dare il via alla ormai quattordicesima edizione della rassegna, mercoledì 11 settembre, Anteo Palazzo del Cinema (sala Rubino), alle ore 19.30, sarà la proiezione del film L’insulto, film del regista libanese Ziad Doueiri presentato alla 74° Mostra del Cinema di Venezia, vincitore della Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile e candidato agli Oscar 2018 come Miglior film straniero.

    Beirut, un diverbio nato da un banale incidente si trasforma in una violenta lite verbale che porta in tribunale Toni e Yasser. La semplice questione privata tra i due si trasforma così in un conflitto di proporzioni incredibili, diventando poco a poco un caso nazionale, un regolamento di conti tra culture e religioni diverse con colpi di scena inaspettati. Toni, infatti, è un libanese cristiano e Yasser un palestinese. Al processo, oltre agli avvocati e ai familiari, si schierano due fazioni opposte di un paese che riscopre in quell’occasione ferite mai curate, facendo riaffiorare così un passato che è sempre presente

    Cinema senza Barriere è sostenuto da Fondazione Cariplo. A.I.A.C.E Milano con Cinema senza Barriere® promuove l'utilizzo dei loghi che indicano l'accessibilità alle proiezioni per persone con disabilità della vista e dell'udito.

    Il calendario completo delle proiezioni sarà disponibile su www.mostrainvideo.com.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.