Stampa questa pagina
05 Dicembre 2019 - 14:28

A Bologna, un patto per la cura condivisa delle città

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il 6 e 7 dicembre a Bologna, al via i lavori per creare un patto tra le città sui temi dell’immaginazione civica e della cura condivisa dei beni comuni.

 

 

Connettere le varie esperienze locali, affinché possa risultare più visibile e dirompente l’impatto che la collaborazione civica è in grado di determinare sul presente e sul futuro dei contesti locali, consolidare una visione condivisa, scambiare saperi e soluzioni, replicare metodi e pratiche e condividere le fatiche di questo nuovo modo di amministrare: questi i principali obiettivi che vogliamo perseguire, creando una rete aperta ed efficace che aiuti i Comuni ad affrontare con maggior forza questo processo di trasformazione. Proprio a Bologna nacque a febbraio 2014 il primo Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, redatto dal Comune di Bologna insieme con Labsus. Da allora, con l’introduzione del concetto di “cura condivisa dei beni comuni” nella prassi amministrativa tradizionale, la città di Bologna è riuscita ad attuare nuove modalità di relazione tra Comune e cittadini costruendo una politica pubblica – l’immaginazione civica – fondata sul protagonismo delle persone nello sviluppo della città.

Ultima modifica il 05 Dicembre 2019 - 14:52

Ultimi da AngeliPress