Stampa questa pagina
26 Luglio 2020 - 09:41

Disabili a bordo di Nave Italia. Con l’equipaggio che non lascia indietro nessuno

Vota questo articolo
(0 Voti)

Su Avvenire un articolo racconta di come sia partita da La Spezia la campagna solidarietà 2020. Formazione, riabilitazione e inclusione sociale sono gli obiettivi del percorso volto ad aiutare giovani e ragazzi speciali

"La battaglia di Nave Italia contro l’esclusione e il disagio sociale è scoppiata. L’equipaggio di “marinai speciali” è arrivato a bordo della storica goletta per vivere un’esperienza indimenticabile a fianco degli ufficiali e dei sottufficiali della Marina Militare che tra vele, cime, bitte e alberi trasmetteranno ai ragazzi la prima e fondamentale regola di chi va per mare: non lasciare nessuno indietro. Un insegnamento antico ma sempre attuale che la Fondazione Tender To Nave Italia Onlus ha fatto proprio accogliendo ormai da oltre tredici anni giovani, associazioni, scuole e ospedali per promuovere la cultura del mare e della navigazione come strumenti di educazione, formazione, riabilitazione, inclusione sociale e terapia."

Tra le associazioni coinvolte quest’anno la IAL LOMBARDIA di Cremona, la Fondazione Aquilone Onlus di Milano, l’Associazione Italiana Sindrome di Williams Onlus di Roma, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, l’Associazione Sclerosi Tuberosa di Roma, l’Istituto Superiore A. Stradivari di Cremona e il CISITA di La Spezia.

Ultimi da AngeliPress