Stampa questa pagina
17 Settembre 2020 - 06:30

Erosive: nasce il controfestival delle donne

Vota questo articolo
(0 Voti)

In risposta al Festival della Bellezza di Verona, dedicato ad "Eros e Bellezza", in cui le voci femminili erano pressochè assenti, nasce il controfestival "Erosive - La differenza è erotica!" dal movimento femminista Non una di meno che proprio a Verona ha deciso di organizzare una serie di incontri in piazza Bra il 18 settembre a partire dalle ore 18:00.

Le numerose polemiche sulla presenza di voci solo maschili nel programma finale della rassegna in corso all'Arena di Verona (ad eccezione dell'attrice Jasmine Trinca e la pianista Gloria Campaner (che però avrà il compito di accompagnare le parole di Alessandro Baricco) hanno scatenato in rete un intenso dibattito.

Così, varie associazioni femministe hanno deciso di riunirsi nella città di Verona per dare vita a una serata di incontri tutti al femminile con il filo conduttore dell'eros ma, come scrivono le ideatrici, "la differenza sarà erotica!". Non un evento culturale, ma di cultura erosiva: di stereotipi, muri, discriminazioni e declamazioni, con l'intento di dare vita a nuovi mondi.

L'evento prevede la partecipazione di Giulia Blasi, giornalista e conduttrice radiofonica, con il talk Brutta; Maura Gancitano, fondatrice della scuola permanente di filosofia e immaginazione TIon, con Il mito dela bellezza; Federica Cacciola, o come è conosciuta sul web Martina Dell'Ombra, che parlerà di "Shakespeare in sex", mentre la sociolinguista Vera Gheno accompagnerà il pubblico in una Piccola antologia di discorsi sul sesso, dalla letteratura al porno. Sul palcon anche Michela Murgia e Chiara Valerio.

 

Di seguito il comunicato Facebook dell'evento: 

Venerdì 18 settembre, a partire dalle ore 18.00 a Verona, in Piazza Bra.

Come la pensiamo sui festival di #tuttimaschi l’abbiamo già detto e scritto (badate bene, non stiamo parlando di una questione quantitativa, ma sistemica).

E dunque, ecco una serata che nasce dai nostri desideri, da sguardi e voci differenti: non un evento cultuale, ma di cultura, che racconterà l’eros partendo da sé attraverso letteratura, filosofia e linguistica. Una cultura erosiva: di stereotipi, muri, discriminazioni e declamazioni. E generativa, capace di mettere al mondo nuovi mondi.

IL PROGRAMMA 

Michela Murgia e Chiara Valerio: “Eros e Thanatos”
Giulia Blasi: “Brutta”
Federica Cacciola: “Shakespeare in sex”
Maura Gancitano: “Il mito della bellezza”
Vera Gheno: “Piccola antologia di discorsi sul sesso: dalla letteratura al porno”.

PROGRAMMA:

- L’eros in piazza
Vieni in piazza, individua il tuo posto preferito e sistema la sedia, lo sgabello o il cuscino che ti sarai portat* da casa.

- L’eros ai tempi del Coronavirus
Rispetteremo, con il distanziamento interpersonale e i presidi sanitari (ricorda la mascherina!), tutte le norme previste in materia di prevenzione dal rischio di contagio.

- L’eros ai tempi della sorellanza e del consenso 


Grazie a tutte le favolose ospiti e a MP5 per la locandina.

Sarà una festa, vi aspettiamo!

 

https://www.facebook.com/nonunadimenoverona/photos/a.1621060191256620/4043647548997860/?type=3

Ultima modifica il 18 Settembre 2020 - 11:04

Ultimi da AngeliPress