Il messaggio di Janiki Cingoli

Costellazione2. Joseph Beuys: Viaggi in Italia

 |  13 Marzo 2019 - 11:59  |  Pubblicato in Cultura

Venerdì 22 marzo 2019 ore 18.30

Apertura straordinaria e incontro con i curatori
Giuseppe Garrera e Maria Gazzetti 


Terza e ultima apertura straordinaria della seconda puntata di due esposizioni che raccontano storie e tesori tedeschi rinvenuti nei mercatini romani. La mostra è dedicata interamente ai ritrovamenti legati alla figura e all’opera di Joseph Beuys (Krefeld 1921 – Düsseldorf 1986 ). Rappresenta una documentazione dei lavori e della presenza dell’ artista tedesco in Italia: oggetti, manifesti, cartoline, inviti, ricordi e segni di affetto dell’ artista tedesco, edizioni e fotografie.

PORTICI (NA) – Formare e sostenere le famiglie, protagoniste nella cura del paziente malato di Alzheimer. È lo scopo del progetto Alzheimer Art Café, al via alla sua prima edizione da domani, 14 marzo, fino al 20 giugno a Portici (NA), organizzato dalla ASL Napoli 3 Sud, Distretto 34, in collaborazione con Cooperativa Nuova S.A.I.R. OnlusConsorzio ConfiniConsorzio Gesco e l'OdV I Vesuviani.

L'iniziativa mette al centro la famiglia, imprescindibile per qualsiasi percorso di cura, e mira a dotarla di strumenti, risorse e risposte adeguate. L'obiettivo è quello di accumulare una serie di competenze che vanno azionate nell'assistenza domiciliare, in modo che la famiglia non sia più sola e venga supportata da una rete di servizi nella gestione quotidiana delle difficoltà legate al caregiving.

Il progetto prevede incontri di formazione e laboratori esperienziali. Questi ultimi, in particolare, sono organizzati in sei momenti orientati a rendere i partecipanti consapevoli delle proprie risorse interiori. L'idea di partenza dei laboratori esperienziali è che i caregiver dispongono di risorse a cui possono attingere per affrontare la quotidianità. 

7 minuti di Stefano Massini

 |  12 Marzo 2019 - 12:37  |  Pubblicato in Cultura


Fondamenta Teatro e Teatri, centro di produzione e cultura teatrale riconosciuto dal
MiBAC, inaugura due sale di spettacolo a Roma: il Teatro Studio. Uno spazio aperto, un
grund democratico, vitale, vòcato al baratto più nobile al mondo: il Teatro, la sua scena e
il suo parterre, il suo pubblico, i suoi attori. Teatro Studio ha già i suoi primi spettatori con
i cento allievi di Fondamenta La Scuola dell’Attore; ha i suoi primi giovani attori con i tanti
già formati nei suoi dieci anni d’attività. E così per i registi e gli attori più esperti, anche
docenti della Scuola: non professori, ma artisti in attività. Un progetto di spettacoli, di
ospitalità, di scambi per restituire slancio creativo e spunto di ricerca ai legittimi eredi
della Scuola romana. La pratica formativa e quella scenica si fondono dunque in una agorà
creativa aperta a contaminazioni di esperienze, linguaggi e discipline provenienti da
competenze esterne accomunate da un unico obiettivo, la diffusione di azioni culturali e
civiche. Auspichiamo che Fondamenta diventi un punto di riferimento a Roma, oltre che
per il Teatro, anche per l’organizzazione e l’ospitalità di convegni, seminari, lezioni aperte,
laboratori, meeting.

Con l'avvicinarsi della festa del Papà, 19 marzo, segnaliamo una edizione per noi speciale.

BANDO BENI CONFISCATI

 |  12 Marzo 2019 - 12:29  |  Pubblicato in Buone notizie

Il Bando è rivolto alle organizzazioni del Terzo Settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia le quali possono presentare proposte di valorizzazione di beni confiscati già assegnati, prevedendo l’avvio di nuove attività di economia sociale. I progetti dovranno rendere il bene confiscato un “patrimonio collettivo”, occasione di sviluppo sociale ed economico del territorio, coinvolgendo attivamente la comunità locale.

“L’esperienza ci insegna che l’impatto di un bene confiscato valorizzato va oltre l’aspetto simbolico, seppur importante, legato al riscatto della comunità dal potere mafioso– dichiara Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD. Se i beni vengono realmente trasformati in ‘produttori’ di valore sociale, con azioni collettive e anche attività economiche sostenibili, possono essere considerati occasioni di sviluppo locale. Partendo dalla riappropriazione di un ‘bene comune’ – sottolinea Borgomeo - è possibile costruire percorsi di coesione e inclusione sociale, iniziative di economia civile, capaci di generare una ritrovata fiducia nel territorio e alternative credibili alle econome e alle logiche criminali”.

Presentato, Martedì 12 marzo 2019 a Roma, al Museo Etnografico Luigi Pigorini, il primo volume della nuova collana editoriale scientifica 'Grammatiche della società', ideata e promossa dal Forum Terzo Settore del Lazio con il Centro di ricerca 'Grammatica e Sessismo'-GeS dell'Università di Roma Tor Vergata, coordinato dalla professoressa Francesca Dragotto.

Con Rory Cappelli, giornalista de 'La Repubblica' che condurrà e modererà l'evento, ci sarà Francesca Dragotto, coordinatrice del Centro di ricerca 'Grammatica e Sessismo'-GeS dell'Università di Roma Tor Vergata, e componente del Comitato scientifico del Forum; Francesca Danese, portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio; i professori Piero Vereni, Emore Paoli dell’Università di Roma Tor Vergata con gli altri autori dei saggi presenti nel volume; Roberto Panzarani, presidente del Comitato Scientifico del Forum e docente alla LUMSA, l'attrice ed autrice Nadia Perciabosco con i suoi sketch ironici ‘Occhio comico sulla famiglia’.

Equologia

 |  12 Marzo 2019 - 12:20  |  Pubblicato in Ambiente solidale

Pagina 5 di 4730

saint vincent 2013

Vetrina

Le Ultime Newsletter