Ammonta a 3.800 euro il primo assegno a favore degli ex schiavi di Hitler che hanno presentato domanda entro il 31 dicembre 2001, per accedere al fondo di 10 miliardi di marchi stanziato dal governo e dalle fabbriche tedesche.
Dopo otto giorni di preghiera, ieri è terminata la pasqua ebraica, la «Pesach», cominciata mercoledì scorso.
Ricorda la liberazione degli ebrei dalla schiavitù in Egitto.

<b>Ucciso in attentato, dona i suoi reni</B>

 |  05 Aprile 2002 - 02:00  |  Pubblicato in Notizie
A una donna palestinese sono stati trapiantati, in un'operazione chirurgica compiuta in Israele, i reni di una vittima israeliana di un attentato suicida palestinese.
Il donatore, Zeev Vidor, è morto per le ferite riportate, una settimana dopo l'attacco terroristico compiuto da un kamikaze palestinese in un albergo nella città costiera di Netanya, dove decine di israeliani celebravano l'inizio della Pasqua ebraica.
La famiglia della vittima ha concesso l'autorizzazione per il trapianto e come ricevente è stata scelta Aisha Abu Said, una palestinese di 54 anni che vive a Shuafat, sobborgo di Gerusalemme.
Il figlio della donna ha detto di aver appreso solo ieri che il donatore era una vittima di un attentato suicida.
Per la Stramilano Cesvi cerca maratoneti desiderosi di sostenere, attraversolo sport e il divertimento, la campagna "Fermiamo l'AIDS sul nascere" per ibambini africani.
E' uscito in questi giorni "Legislazione e handicappati. Guida ai diritti civili degli handicappati." di G. Selleri per la Ed. Del Cerropag. 227 – euro 19,62
Questo libro rappresenta, in modo descrittivo e per fini formativi e applicativi, il quadro complessivo della legislazione italiana per l’assistenza e l’integrazione sociale degli handicappati.
Gli argomenti principali sono:le definizioni di invalidità, handicap e disabilità, gli accertamenti sanitari, le prestazioni economiche, la riabilitazione, l’inserimento scolastico, il collocamento al lavoro,le barriere architettoniche, la mobilità e i trasporti, le agevolazioni fiscali, il sostegno alle famiglie, le prospettive del sistema integrato dei servizi sociali.
Per Sofri e Bompressi Un digiuno contro l’oblio
Questa non è un’iniziativa con un obiettivo o una scadenza immediata, proponiamo, piuttosto, una catena di solidarietà, anche attraverso un digiuno a staffetta, per rifiutare il ruolo di spettatori passivi e perché la carcerazione di Sofri e Bompressi non cada nell’oblio.
Una casa con giardino grande abbastanza per ospitare 25 persone. Una casa confiscata alla mafia che fra venti giorni sarà abitata da cinque famiglie passate attraverso il dramma di un figlio molestato o vittima di abusi sessuali.
A promuovere questa iniziativa è stato il Comune che ha raschiato il barile dei fondi del patrimonio per far scattare i lavori e assicurare l'edificio alle famiglie che ne hanno bisogno.

<B>Vivere e morire per le immagini di guerra</b>

 |  04 Aprile 2002 - 02:00  |  Pubblicato in Angeli Exibition
Dal Kosovo alle tensioni del Medioriente, dall’Afghanistan alla Somalia, dal Libano agli attentati in Israele e alla Palestina devastata.
Vivere (e morire) per portare le immagini della guerra nelle case di tutto il mondo, con la televisione.
è il tema di un incontro dibattito in programma lunedì nella sala degli Arazzi della Rai, per presentare il libro di Ennio Remondino «La televisione va alla guerra». Partecipa l’ambasciatore Boris Biancheri.


LA TV VA ALLA GUERRA, Rai, Sala degli Arazzi, viale Mazzini 14, lunedì 8 alle 11

saint vincent 2013

Vetrina

Le Ultime Newsletter