«Dare il cibo quotidiano a ogni persona è necessario, è indispensabile ed è possibile»: lo afferma l’osservatore vaticano presso la Fao, arcivescovo Agostino Marchetto, in un «pressante appello» in vista del vertice che si apre lunedì. Sullo «scandalo della fame», come lo chiama Marchetto, abbiamo intervistato il cardinale Francis Arinze, nigeriano, dal 1985 presidente del Consiglio vaticano per il dialogo interreligioso, spesso inserito nelle liste dei papabili. Gli abbiamo chiesto che cosa si attende, dalla riunione di Roma, un figlio dell’Africa. «Mi attendo che incoraggi chi produce cibo, chi fa la giusta informazione e chi ci aiuta a coltivare le nostre terre. Abbiamo bisogno di un’agricoltura dotata di mezzi moderni, che sola può dare un futuro ai nostri giovani».
1500 ATLETI, 1000 VOLONTARI, 3000 ACCOMPAGNATORI, 17 DELEGAZIONI REGIONALI, 150 SOCIETA’ SPORTIVE, 130 CESTISTI, 180 CALCIATORI, 450 NUOTATORI, 120 CAVALLERIZZI, 60 GINNASTI.
Questi sono alcuni dei numeri che danno la dimensione del più grande evento nazionale dedicato interamente alle persone con disabilità mentale.
Per Sofri e Bompressi
Un digiuno contro l’oblio
Questa non è un’iniziativa con un obiettivo o una scadenza immediata, proponiamo, piuttosto, una catena di solidarietà, anche attraverso un digiuno a staffetta, per rifiutare il ruolo di spettatori passivi e perché la carcerazione di Sofri e Bompressi non cada nell’oblio.
CI sono persone a cui la vita sembra aver dichiarato una guerra personale, a cui sembra aver destinato solo il peggio. Prima un’infanzia abbandonata tra collegi e riformatori, poi un’adolescenza da strada, imbottita di risse, furti e smercio di droga. E infine, una cella di otto metri quadrati dove smaltire una fedina penale lunga così. Edward Bunker ha passato una bella fetta della propria esistenza dietro le sbarre: 18 anni, per l’esattezza.
I bozzetti per i costumi e le scenografie realizzati per "Arlecchino" del 1995, "Il ratto delle Neiadi" del 1987, "Il santo giullare Francesco" portato in scena nel 1999, e ancora "Primavera" del 1994 e "Pupazzi con rabbia e sentimento" del 1998. Eccoli sfilare, colorati e ironici, i personaggi e le ambientazioni teatrali inventate da Dario Fo per dar vita a spettacoli ormai entrati nella storia, che adesso tornano ad affacciarsi dai fogli di carta su cui sono stati disegnati per un fine nobile.
Oltre seicento morti l'anno per incidenti con il motorino a Roma e dintorni. Ottomila in Italia. Un dramma che colpisce una famiglia su dieci e crea ventimila invalidi. Più della metà dei ragazzi coinvolti non aveva il casco o l'indossava non allacciato. Troppi. E la Provincia corre ai ripari, lanciando una campagna d'informazione: «Usa la testa, usa il casco». Come testimonial l'allegra tribù televisiva di Michele Guardì, da "Mattina in famiglia" Tiberio Timperi, Adriana Volpe, Marcello Cirillo, Claudia Vinciguerra e lo stesso registaautore Guardì.

<B>Un aiuto sul web per le malattie rare</B>

 |  06 Giugno 2002 - 02:00  |  Pubblicato in Notizie
Si chiama aidWeb.org ed è un portale che i club Lions italiani mettono a disposizione per quelle famiglie in cui c'è un componente con un disturbo difficile da curare.
Per Sofri e Bompressi
Un digiuno contro l’oblio
Questa non è un’iniziativa con un obiettivo o una scadenza immediata, proponiamo, piuttosto, una catena di solidarietà, anche attraverso un digiuno a staffetta, per rifiutare il ruolo di spettatori passivi e perché la carcerazione di Sofri e Bompressi non cada nell’oblio.

saint vincent 2013

Vetrina

Argomenti in rilievo