Venerdì 01 Giugno 2012 11:44

Banca d’Italia parla di donne

Valuta questo articolo
(0 voti)

Troppi pregiudizi nella nostra società


 

Grande novità nella Relazione annuale della Banca d'Italia, che quest'anno dedica un intero capitolo dedicata alle donne e al loro peso socio-economico nel Paese.

Ad emergere soprattutto i divari di genere: nella partecipazione al mercato del lavoro, nella retribuzione, nella distribuzione dei carichi di cura, nell'accesso alle posizioni di vertice e nell'accesso - per le imprenditrici - al credito.

Le radici dei divari dipendono da un'istruzione sempre più elevata delle donne ma ancora troppo indirizzata a materie umanistiche, nonché dalla “diffusione di pregiudizi valoriali non favorevoli alla presenza femminile nell’economia e nella società”. Come spiega il rapporto “Siano esse di origine biologica o culturale le differenze attitudinali tra i sessi sono ampiamente documentate. Le donne appaiono caratterizzate da una maggiore avversione al rischio, che si riduce per coloro che rivestono posizioni apicali; da una minore autostima, che si traduce in una più contenuta sopravvalutazione delle proprie capacità; da una più accentuata avversione per i contesti competitivi, che si accompagna – secondo alcune evidenze sperimentali – a una peggiore performance in situazioni fortemente competitive”.

Il mercato del lavoro premia quindi le caratteristiche tipicamente maschili, sebbene non correlate con quelle rilevanti per il lavoro svolto, dando vita a fenomeni di discriminazione “implicita”, potenzialmente in grado di spiegare sia un più difficile accesso al mercato del lavoro e una più lenta progressione in carriera per le donne.

Login to post comments
Banner
Ricerca le notizie
Riviste Angeli
Le Ultime Newsletter

Il 28 marzo torna l'Ora della Terra Del 26 Marzo 2015, 13.05
Il 28 marzo torna l'Ora della Terra
Earth Hour è la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, coinvolge cittadini, istituzioni e imprese in azioni concrete per dare al mondo un futuro sostenibile
Libera: Milioni di italiani che vivono in condizioni in povertà non possono più aspettare
“In Italia è necessario avere una misura come il Reddito Minimo o di Cittadinanza, per ridurre la povertà, le disuguaglianze e contrastare le mafie”. “La povertà è la peggiore delle malattie in senso sociale, econ
Vetrina

“I nostri figli sono opere d’arte!”
Appuntamento al MAXXI di Roma per la Giornata Mondiale dell’Autismo
Il 28 marzo torna l'Ora della Terra
L’appuntamento in Italia è per le 20.30
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Powered by Francesco Puja
Designed by migliano&sabato Strategic Design
All Rights Reserved.