23 Novembre 2010 - 12:54

    A Grosseto "codice rosa" al pronto soccorso per le vittime di violenza

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Un percorso mirato che tutela il paziente e attiva la magistratura

    Presentati i dati dell'esperimento attivato a Grosseto con l'introduzione di un "codice rosa" per le vittime di violenza: in dieci mesi sono stati registrati 246 casi, di cui 191 per maltrattamenti, 7 per abusi, 24 casi di stalking e 24 casi pediatrici, per una media di più di 20 casi al mese.

    Il codice rosa va ad aggiungersi a quelli già esistenti (rosso, giallo, verde, azzurro e bianco) e garantisce l'attivazione immediata di un'apposita task force di personale sanitario e magistratura. Grazie all'introduzione del codice rosa i pazienti sono garantiti nella privacy e forniti di un'assistenza mirata dal punto di vista fisico e psicologico, mentre si avvia un'azione contro gli autori del reato. A fruirne le fasce più deboli della popolazione: donne, ma anche minori, anziani, vittime di discriminazioni razziali, religiose, omofobiche.

     

    (Immacolata Lazzaro)

    Ultima modifica il 04 Settembre 2011 - 14:22

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.