29 Maggio 2014 - 12:17

    Carceri: tempo scaduto

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    La sentenza Torreggiani e il parere dei Radicali

     

     

    L'anno concesso all'Italia per trasformare il carcere in luogo di legalità è trascorso e pare che l'Italia riuscirà ad evitare l'esecuzione della sentenza pilota Torreggiani per aver violato l'articolo 3 della convenzione europea che vieta la tortura. La condanna nasceva dalla carenza di spazio in cella

    (sotto i 3mq a detenuto). Il 22 maggio il ministro della giustizia Orlando è volato a Strasburgo a presentare le misure adottate nel frattempo: la popolazione carceraria è stata ridotta a 59.500 unità ed è stata avviata la riduzione dei circa 18mila detenuti ristretti in uno spazio tra 3 e 4 mq.

    Solo tra il 5 e 6 giugno il Comitato dei ministri del Consiglio Ue deciderà se rendere esecutiva la condanna.

    Secondo i Radicali i provvedimenti adottati non sono sufficienti: dall'analisi complessiva compiuta in questi anni dai Radicali con visite sistematiche negli Istituti di Pena, emerge, infatti, la fotografia di una situazione drammatica determinata da codizioni inaccettabili.

    Ancora lontani sono il diritto a

    una cella singola, a condizioni igieniche e sanitarie adeguate, alla luce naturale, possibilità di stare all’esterno di una cella almeno per 8 ore al giorno, un percorso formativo e un lavoro.

    (Serena Di Sevo)

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.