12 Ottobre 2018 - 11:42

    Lo studio “Car(a)vana” sulle dipendenze

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Una analisi della casistica ed un progetto clinico in rete

     

    Lo studio “Caravana” è un primo step di uno studio e consiste in un’analisi clinica e socio sanitaria in continuo sviluppo e divenire di una coorte di 149 pazienti con età media di 49 anni consistente in 121 maschi pari all’ 81% e 28 femmine pari all’18,79% afferenti al SERD (Servizio Dipendenze) di Voghera Oltrepò prettamente dalla provincia di Pavia e zone limitrofe a partire dal gennaio 2014 al settembre 2018. I pazienti giunti al Servizio ed arruolati nello studio sono persone con gravi problematiche inerenti l’abuso e le dipendenze da sostanze stupefacenti e alcol, associate a quadri clinici di patologie di tipo internistico esattamente epatiche a cui fanno seguito quelle cardiache, polmonari, oncologiche, neurologiche e psichiatriche, il tutto spesso associato a quadri immunodepressivi dovuti all’uso di stupefacenti. L’insieme delle condizioni sanitarie è spesso associato a situazioni di grave disagio socio familiare. Queste persone una volta accolte al SerD vengono pertanto valutate da una equipe multidisciplinare (Medico, Psicologo, Ass. Sociale, Infermiera), eseguono una batteria di esami diagnostico-strumentali (controlli dei cataboliti urinari settimanali, esame del capello, esami ematochimici di routine), e se necessario si procede ad un ricovero indaginoso presso il reparto di Medicina Interna dell’Ospedale di Stradella o il reparto di Psichiatria di Voghera. Una volta concluso il ricovero, con un quadro clinico ben definito, si procede con la terapia farmacologica di supporto dedicata ad ogni singolo caso. Si cerca quindi di creare una RETE di collegamento tra il SERT, i reparti Ospedalieri ed i Servizi psicosociali del territorio, in modo da tenere sotto controllo e monitorare, per quanto sia possibile, tutto il quadro e le sfaccettature poliedriche che le situazioni cliniche, sociali e sanitarie fanno emergere.

    Alla luce dei dati emersi possiamo affermare che il SERD di Voghera-OltrePo, avente in carico più di 400 pazienti, suggerisce di ricoverare in media 3 pazienti mensilmente in seguito alle varie patologie importanti che emergono.

    Detti quadri clinici valutati e documentati ci permettono di usare il temine “doppia diagnosi” o meglio “poli diagnosi” (Dipendenze patologiche, patologie internistiche, patologie psichiatriche, problemi infettivologici con 42 HCV pos e 11 HIV pos. Tutte queste forme patologiche sono spesso affiancate a forme di grave disagio sociale. Tra questi 149 pazienti possiamo constatare una prevalenza del sesso maschile con rapporto circa tra maschi e femmine di 4 a 1, la loro età media è di 49 anni tendente però negli ultimi tempi ad abbassarsi. La maggioranza delle persone appaiono affette da alcolismo (90 pari a 60,40%) a cui fanno seguito eroinomani (80 pari a 53,69%), cocainomani (47 pari a 31,54%) e soggetti affetti da disturbi di tipo psichiatrico (59 pari a 39,59%). Ci sono stati 13 decessi (8,7%), 42 pazienti sono ricaduti nell’uso di sostanze (28,18%) e una interruzione spontanea del percorso riabilitativo nel SerD. La necessità di un lavoro fatto in rete tra i vari attori e operatori del campo socio-sanitario è decisamente importante ed efficace non solo da un punto di vista sanitario ma anche sociale. Si è visto una migliore compliance con i pazienti ed una efficacia terapeutica. Si è notato un miglioramento della qualità di vita relazionale e lavorativa. Inoltre un buon monitoraggio ed una buona indagine sanitaria inerente questo tipo di pazienti permette il prevenire di quadri patologici impegnativi, assai ben più gravi e con conseguenti ricadute pesanti sul Sistema Sanitario e sul tessuto sociale.

    Per saperne di più:

    Sert Voghera OltrePo-Pavia, U.O.C Reparto Medicina Interna Ospedale di Stradella, Dipartimento Psichiatria ASST Pavia, Direzione Generale ASST Pavia.

    Dr. Giansisto Garavelli, Dr.ssa Cinzia Priora, Dr.ssa Laura Arlandi, Dr.ssa Marianna Boso, Dr.ssa Claudia Foppiani, Dr. Giovanni Ferrari,Prof. Pierluigi Politi, Dr.ssa Paola Valdetara, Dr Michele Brait, Dr Armando Gozzini, Dr Francesco Reitano, Dr. Angelo Marioni.

    Fonte: Comunicato stampa

    Ultima modifica il 12 Ottobre 2018 - 11:54

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.