10 Marzo 2020 - 08:54

    3 donne su 10 non hanno un conto in banca

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    L'indipendenza economica passa dalla posizione finanziaria e 3 donne su 10 in Italia non hanno un conto corrente bancario, dipendendo di fatto da quello del marito o compagno.

     

    Il problema non è solo italiano (il fatto di essere tra i Paesi più industrializzati accentua però il dato negativo), tanto che se ne parlerà diffusamente in questi giorni a New York nella 64° Commissione delle Nazioni Unite (UNCSW64), allarmata dal “regresso internazionale sui diritti, l'autonomia e l'emancipazione delle donne”, compresi alcuni punti specifici come quello di colmare il divario retributivo di genere (16%) e i divari pensionistici (37%), a dimostrazione che c’è ancora tanto cammino da fare nel mondo. Lo stesso parlamento europeo sollecita di dare attuazione alle sfide identificate 25 anni fa dalla Piattaforma di Pechino, ancora oggi in buona parte disattese. Non a caso il governo italiano, nelle proprie linee strategiche, individua nell’educazione finanziaria un elemento di crescita e riequilibrio del Paese, in un’economia sempre più nelle mani di pochi. Un ragionamento che vale su larga scala ma anche nelle sopraffazioni quotidiane spesso inflitte agli anziani, e più ancora alle donne (altro capitolo totalmente assente nel dibattito sulle discriminazioni di genere).

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.