21 Marzo 2020 - 02:14

    L’altra faccia del coronavirus, è emergenza violenza sulle donne

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    L’altra faccia del coronavirus, è emergenza violenza sulle donne. Ecco i numeri da chiamare per chiedere aiuto.

     

    In Italia c’è un altro grave problema che sta emergendo come effetto delle restrizioni imposte per contenere il coronavirus. Riguarda le donne. Non tutte, ma le più vulnerabili e in difficoltà. È stato chiesto ai cittadini di rimanere in casa per far fronte all’emergenza, ma le mura domestiche non rappresentano per tutti un luogo sicuro. Così, le vittime di abusi, in questo momento rischiano due volte: il contagio e la violenza maschile. Fa riflettere la scia di sangue che ha segnato il 2019: nel nostro Paese l’81,2 per cento dei femminicidi è avvenuto all’interno della famiglia.

    I centri antiviolenza italiani e le femministe Non una di meno stanno ripetutamente lanciando appelli rivolti a chi si trova in situazioni di pericolo: «Chiedete aiuto», ricordando che si può chiamare gratuitamente il numero 1522, servizio pubblico della Presidenze del Consiglio-Dipartimento Pari Opportunità, attivo 24 ore su 24, oppure in chat, se non vogliono essere scoperte.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.