Stampa questa pagina
29 Ottobre 2014 - 10:46

AAA cercasi: Arte – Alimentazione – Accoglienza

Vota questo articolo
(0 Voti)

La presentazione della nuova edizione di Pane & Olio

 

 

AAA cercasi: Arte – Alimentazione – Accoglienza, così si configura la quarta edizione di Pane & Olio, “pensatoio” nato nel 2011 da una merenda tra Luca Pasquale, dell’ufficio famiglia del Vicariato di Roma e Marzia Masiello, responsabile relazioni istituzionali di AiBi. Il connubio si è dimostrato da subito vincente, portando l’iniziativa fino alla quarta edizione, quest'anno dentro la Campagna di AiBi "Fame di Mamma".

Il ristorante Casa Coppelle di Romaha ospitato ieri la conferenza stampa di apertura, durante la quale intorno a un tavolo, come è nella tradizione dell’iniziativa, si sono presentate vecchie e nuove amicizie. Stefano Degli Abbati, medico e giornalista membro del gruppo di lavoro di Pane & Olio, ha moderato la sessione, cedendo la parola a Luca Pasquale in primis, che ha presentato in una breve carrellata le opere d’arte dalle quali partirà ogni incontro mensile. La parola poi a Marzia Masiello che ha contestualizzato e presentato il cammino e la crescita di Pane & Olio, con tutti i partenariati attualmente in corso, e con un successivo breve assaggio letterario di quanto viene tradizionalmente fatto ad ogni appuntamento, leggendo dei passi di grandi opere, in questo caso tratti dall’Odissea.

Dopo le presentazioni dei padroni di casa, l’intervento di Patrizia Ruscio, giornalista e oggi membro dell’organizzazione di Pane & Olio, e della sua esperienza: “ho incontrato Pane e Olio un pò per caso quando mi hanno dato la possibilità di presentare il mio libro. Dopo di che mi sono affezionata e interessata all’iniziativa e ora ne supporto l’organizzazione”. Protagonista quindi l’alimentazione, nel suo significato più ampio, come Luciana Squadrilli, rappresentante di Pandolea, ha dichiarato “siamo sì un’associazione di donne produttrici di olio, ma ci occupiamo anche di programmi per la corretta alimentazione nelle scuole con l’iniziativa 'bruschetta versus merendina'. Abbiamo riscontrato come soprattutto i bambini più piccoli, delle elementari, siamo positivamente recettivi… e veicolino la conoscenza alimentare ai proprio genitori”. Tra i partecipanti è intervenuta anche la 'madrina' dell'incontro tra Pandolea e Pane & Olio, Rita Lauretti.

Il pane e l’olio sono anche la colazione consigliata dalla dottoressa Roberta Ficacci , medico nutrizionista, che sta combattendo la filosofia della merendina. “Una fetta di pane con il classico burro e marmellata, o dell’olio, è la colazione che fa funzionare bene il cervello”. Tra i patrocinatori dell’iniziativa, che si sono presentati, il nuovissimo ingresso del Ceis, per cui Sabina Ruberto ha espresso speranza “noi del terzo settore siamo abituati a fare,ma spesso mancano i momenti in cui ci possiamo fermare a riflettere e osservare, pensare: ho visto subito in Pane & Olio l'opportunità di  avere momenti di confronto e di dibattito creativi”. Ivano Maiorella, direttore di Giornale Radio Sociale, al secondo anno di collaborazione con l’iniziativa, ha ricordato come  gran parte degli italiani abbiano radici che provengono dalla terra italiana, apprezzando il fatto che Pane & Olio nasca dal basso con l’obiettivo di fare sistema nel Terzo Settore. Ancora nuovo l’ingresso di Kibo, il made in Italy del cibo a km 0, un consorzio che si occupa appunto di cultura alimentare. Un neonato progetto, questo, guidato dalla consapevolezza che “contadini e allevatori sono la principale ricchezza del nostro territorio: lo conoscono e lo amano”. Tra i presenti Giuseppe Magno, magistrato e già direttore dell’Ufficio Centrale di giustizia minorile, con cui si è aperto il primo appuntamento di Pane & Olio nel 2011, essendo lui tra gli estensori della legge sul Garante Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza. Magno ha ricordato il legame che ognuno ha con la propria terra, rievocando l’immagine dell’olio che roda gli ingranaggi e porta luce alle lanterne.

Non sono mancati i saluti degli amici lontani ma vicini, che, come Alessio Boni, a lavoro sul set, o Paola Severini, hanno inviato un post-it di vicinanza e augurio di buon lavoro.

Laboratorio di incontri e scambio di pensieri per progettare azioni orientate al bene comune. Questo è stato e vuole essere in ogni suo appuntamento l’iniziativa Pane & Olio. “La nostra ambizione - conclude Stefano Degli Abbati – è entrare in relazione con la singola persona che si avvicina a questo nuovo modo di incontrarsi, con la consapevolezza che ci accingiamo a scrivere una nuova pagina di mondo, dove l’essere umano conta più del denaro. Infatti Pane e Olio è un’iniziativa che nei quattro anni si è costruita senza alcun fondo, ma solo attraverso la buona volontà delle persone”.

Il primo appuntamento della stagione sarà dunque il prossimo 5 novembre in lungotevere dei Vallati 10 a Roma alle 19.00.

Fonte: Ai.Bi. - Amici dei Bambini

Ultimi da AngeliPress