03 Marzo 2021 - 05:00

    Ascolti di mercoledì 3 marzo. La seconda puntata del festival di Sanremo in era covid

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Ascolti di mercoledì 3 marzo. La seconda puntata del festival di Sanremo in era covid è stata presentata con un tracollo, una catastrofe, una sconfitta epocale, il declino.  Cito Dagospia: “la seconda serata del festival precipita al 42,1 con 7.586.000 spettatori: era venduta al 55% di Cher.la prima parte ottenuto 10.113.000 spettatori pari al 41,21, la seconda 3.966.000 spettatori con il 45,7%.nonostante tutta Italia fosse a casa per il coprifuoco. Nel 2020 Amadeus aveva acchiappato il 53%.persi 2 milioni di spettatori e 11% di Share”. 

    Si conclude dicendo che per trovare numeri peggiori bisogna tornare al 2008 con Pippo Baudo che ebbe 6,5 milioni di spettatori.  Che dire? Mi sembra ingeneroso questo giudizio. Io penso quello che ho pensato quando ho visto il concertone del 1 maggio fatto tutto in streaming durante il Lockdown: e cioè che è molto difficile fare la televisione, specialmente quella leggera, in questo momento storico e che soffermarsi sul semplice dato degli ascolti sìa sbagliato.  Ma chi sono io per giudicare? Vediamo però cosa è successo sulle altre reti perché è evidente che i famosi spettatori che fanno l’11% che si è perso , da qualche parte saranno andati. Se fossero stati a casa ma a dormire, avremmo avuto una minore audience ma lo share sarebbe Sarebbe rimasto uguale. Il meteo non registra chi dorme…. Rai due con un telefilm ha fatto il 4,2%.chi l’ha visto su Raitre ha fatto solo il 7,3%. Canale 5 ha messo il supermacho turco  di Daydreamer con l’8,9%.un film dell’orrore di Italiauno ha fatto il 2,8%.su Retequattro stasera Italia ha fatto il 2,1% e sulla 7 Atlantide ha fatto il 2,1% aggiungiamo tv8 con Italia’ got Talent  al 2,5%. 

    I telespettatori che Non hanno guardato Sanremo erano sintonizzati su questi canali. Ma la  semplice perdita di pubblico quindi di audience non vuol dire niente: la gente molto probabilmente si rifugia sempre di più su Netflix, Amazon Prime, Sky eccetera.  

    E poi non tutti in questo momento drammatico hanno voglia di quel tipo di distrazione ed intrattenimento.  Forse preferiscono  una serie americana di grande qualità che vedere Fiorello e Amadeus che mostrano poltrone vuote o palloncini perché il Covid si diffonde sempre più  e parlano di eroismo dei sanitari, pagina molto bella che ci riporta però ai telegiornali e ai talk che per tutto il giorno ci parlano di virus. Almeno fino a sabato oltre a Sanremo non c’è niente da dire. 

     
    Letto 843 volte

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.