AngeliPress

    AngeliPress

    Il 2 aprile la AOU Policlinico di Napoli Federico II con Angsa Campania aprirà le sue porte

    Il 2 aprile la AOU Policlinico di Napoli Federico II con Angsa Campania aprirà le porte in occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo. Tutti gli ambulatori saranno aperti per autistici 0-90 anni. La Direttrice Avv. Anna Iervolino ha assicurato che sarà la prima di molte altre giornate, anche per tutte le altre patologie del neurosviluppo, in associazione con ANFFAS.

    Torino capitale dell'economia sociale

    Torino ha vinto il progetto europeo sui Centri di competenza per l’Innovazione Sociale dell'Unione Europea, aggiudicandosi 900mila euro per lo sviluppo di un Centro di Competenza nazionale. Il programma EaSI (Employment and Social Innovation) è uno strumento finanziario europeo che punta a promuovere un elevato livello di sostenibile, combattendo disoccupazione e povertà. Il progetto ha già raccolto il sostegno di oltre 30 stakeholders italiani pubblici i privati e l'obiettivo finale è creare un ponte tra politiche pubbliche e pratiche sociali.

    Il docufilm di Piva ritrasmesso in ricordo del 30° anniversario della morte di Santa Scorese

    Il 16 marzo scorso si è ricordato il trentesimo anniversario della morte di Santa Scorese, una ragazza pugliese di 23 anni considerata la prima vittima di stalking e femminicidio in Italia. Nell'occasione, la Camera dei deputati ha proposto la visione del docufilm di Alessandro Piva “Santa Subito”, prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission e Fondazione CON IL SUD attraverso il Social Film Fund Con il Sud. 

    "Quello del femminicidio, purtroppo, resta ancora un tema attuale e un problema da risolvere. In tal senso, l’attenzione della Camera e delle istituzioni dedicata al film rappresenta un segnale di speranza che, auspichiamo, possa tradursi anche in un cambio di cultura sul rispetto delle persone e delle donne", ha detto Marco Imperiale, Direttore Generale della Fondazione CON IL SUD.

    Il sistema sanità - Le pietre scartate. Un documentario di Mario Pistolese e Andrea De Rosa

    Su Sky Arte il docufilm Il sistema sanità - Le pietre scartate, di Andrea De Rosa e Mario Pistolese – prodotto da Fondazione CON IL SUD e Fondazione Apulia Film Commission nell’ambito del Social Film Fund Con il Sud. Il film racconta il riscatto del Rione Sanità a Napoli grazie a Don Antonio Loffredo, con il supporto di Ernesto Albanese.

    L’account papale @franciscus su Instagram seguito da 7,7 milioni di follower

    L’account instagram del Papa nato nel 2016 oggi è seguito da 7.722.000 persone, soprattutto in Brasile, Stati Uniti, Colombia e Italia, in un’età compresa per lo più tra i 25 e i 34 anni.

    Nasce European Green Digital Coalition

    26 ceo firmano una dichiarazione per la trasformazione verde e digitale dell’Europa. La European Green Digital Coalition darà il suo contributo per rendere il settore tecnologico più sostenibile, circolare e a zero impatto, ma darà supporto anche al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità di altri settori cruciali (come l’energia, i trasporti, l’agricoltura e l’edilizia), contribuendo a una società resiliente. I suoi membri lavoreranno a stretto contatto con la Commissione europea e altri soggetti per mantenere i loro impegni e riferiranno regolarmente sui progressi compiuti. Nel 2022 verranno presentati i primi risultati disponibili e le relazioni sullo stato di avanzamento del progetto. (Fonte Prima Comunicazione)

    Treccani Futura, nuovo polo di tecnologia educativa guidato da Massimo Lapucci

    Il Segretario Generale di Fondazione Crt Massimo Lapucci sarà il nuovo Presidente di Treccani Futura. Queste le parole di Massimo Lapucci, Presidente di Treccani Futura: “Abbiamo individuato in Impactscool un partner molto valido e un patrimonio di competenze e valori condivisi intorno ai quali integrare e sviluppare nell’ecosistema Treccani un approccio sperimentale e innovativo. Vogliamo presentare, nei prossimi mesi, un'offerta trasversale rivolta a una vasta ed eterogenea platea di utenti, contribuendo così, direttamente e con responsabilità, alla costruzione di una nuova visione di cultura nel nostro Paese e confermando il ruolo di guida e di orientamento del Gruppo Treccani nella diffusione del sapere”.

    Il libro della settimana. Prigione numero 5, di Zehra Doğan

    Il diario dal carcere dell’artista, attivista e giornalista, giovane donna condannata per un disegno. In libreria dal 1° aprile 2021.

    Prigione numero 5 (BeccoGiallo, 2021) è il risultato di un lavoro ostinato e creativo che ha trasformato quasi tre anni di reclusione in resistenza e lotta: una testimonianza unica e tragica, che uscirà in contemporanea mondiale in diversi paesi. I disegni che compongono Prigione numero 5, sono stati realizzati da Zehra Doğan nel periodo di detenzione a Dyarbakir, nella Turchia Orientale, dove l’autrice si trovava dopo essere stata condannata per aver pubblicato un disegno raffigurante la città distrutta di Nusaybin.

    L’autrice. Zehra Doğan è un’artista, attivista e giornalista curda, condannata nel 2016 a tre anni di reclusione dalle autorità turche per un disegno raffigurante la città curda di Nusaybin, situata al confine con la Siria, dopo il bombardamento dell’esercito turco. Le sue opere sono state esposte al Peace Forum di Basilea, al Drawing Center di New York, alla Tate Modern di Londra, al Museo di Santa Giulia di Brescia, al PAC di Milano, all’Opéra de Rennes e alla Biennale di Berlino. Nel 2020 ArtReview l’ha inserita tra i 100 artisti più influenti al mondo.

    Il racconto dell’esperienza di Agricola Mpidusa

    Una cooperativa agricola sociale di comunità fondata a Lampedusa a marzo 2020 con lo scopo di portare l’agro-ecologia in un territorio di frontiera e dimostrare che la lotta alla crisi climatica si può fare a partire dalla cura della terra. Di seguito un estratto dell’articolo per aprofondire:

    https://www.esperienzeconilsud.it/agricolampidusa/2021/03/10/agricola-mpidusa-agroecologia-hotspot-climatico/.

    Lampedusa è un’isola dove coltivare è sempre stata un’impresa, per via dei suoli in desertificazione, del forte vento e delle scarse precipitazioni. Ad oggi non c’è quasi nessuno che lavora la terra e la grande maggioranza del cibo viene importata con le navi dal “continente”.

    Agricola Mpidusa nasce proprio per dimostrare che si può fare qualcosa di diverso, che anche in tempi di crisi climatica l’agricoltura ecologica può fiorire in zone di frontiera, dare lavoro ai giovani a rischio esodo, favorire l’integrazione sociale di persone con disabilità e rifornire le comunità locali di prodotti stagionali e di filiera corta.

    Le premesse non sono semplici: le condizioni meteo-climatiche avverse rappresentano uno scoglio non facile da superare. Come raccontano Tommaso La Mantia, Francesco Sottile (Università di Palermo) e Riccardo Valentini (Università della Tuscia, membro dell’IPCC) in un articolo del 2012 dedicato all’agricoltura nelle piccole isole, la pioggia a Lampedusa non supera i 400 mm annui, circa la metà della media nazionale. Ci sono inverni, come quello del 2009-2010, in cui piove soltanto un giorno durante tutta la stagione.

    Ma davvero l’unico destino di queste aree fragili è lo spopolamento? Il progetto è una scommessa fatta per tracciare i contorni di un altro futuro possibile, un futuro in cui l’agricoltura locale può alimentare la comunità in cui si insedia, garantendo allo stesso tempo dignità e reddito a chi lavora la terra. Anche in un hot spot climatico. Con il sostegno della Fondazione Con il Sud e di Open Society Foundations è stato possibile muovere il primo passo, fondando la cooperativa agricola sociale di comunità Agricola Mpidusa.

    Un gol di più colori. Un articolo di Gaia Simonetti

    Il cuore sa andare in rete. Sa dribblare gli ostacoli, mettere ko le difficoltà e, soprattutto, sa restare tenero anche quando il gioco si fa duro e la vita diventa una salita impervia.

    Ci sono gol che portano la firma di un bomber speciale, il cuore.  È un goleador che non indossa la maglia di una squadra sola, ma veste con orgoglio tutti i colori delle formazioni di calcio. Trae ancora più forza dalla consapevolezza che la partita da vincere è legata come un filo stretto alla vita.

    È nata “UN GOL PER CATERINA”, un’iniziativa recente, promossa dall’AS Gubbio 1910, club che milita in Lega Pro, in collaborazione con l'Associazione no profit "Gliamicidicate”. In poco tempo ha unito più società di Lega Pro per tagliare un traguardo sociale comune. È stata, infatti, ideata per promuovere un evento benefico il cui ricavato viene devoluto interamente all'Associazione, che da due anni è di supporto a Caterina (una bambina eugubina di 9 anni affetta da Sma, Atrofia muscolare spinale) e alla sua famiglia.

    La maglia speciale, dedicata alla piccola tifosa, ha fatto il debutto nel derby umbro Gubbio-Perugia e ha permesso di raccogliere dei fondi per le cure della bambina, grazie al ricavato dall’asta online delle stesse maglie.

    Gli occhi scuri, vivaci, di Caterina si sono posati con dolcezza su quella maglia, che “parla” anche di lei. Quegli occhi sono luce e ci raccontano la sua bellezza e la sua forza.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.