21 Luglio 2020 - 10:40

    Campagna di comunicazione 2020 di Ai.Bi. “Continuiamo dai Bambini” 

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Promozione è partita in questi giorni sul sito www.aibi.it

    “È stato un periodo difficile. Abbiamo resistito e per vivere abbiamo scoperto nuove abilità. Abilità che loro inventano ogni giorno per sopravvivere.

    Cosa abbiamo davvero imparato? A restare vicini

    Sono milioni i bambini e gli adolescenti, in Italia e nel mondo, che in questa pandemia hanno subito un graduale impoverimento relazionale, educativo, sanitario e familiare, con traumi nel medio e lungo periodo. Hanno dovuto interrompere le normali attività e affrontare un lungo periodo di isolamento e solitudine

    Ai.Bi. è rimasta al loro fianco e vicina ai più fragili: minori privi di ogni sostegno familiare, accolti soli o insieme alle loro madri nelle nostre comunità di accoglienza in Italia, abbandonati negli istituti africani e sudamericani o sfollati, insieme ai familiari sopravvissuti alla guerra, a nord della Siria”.

    Il video è stato creato e donato a titolo totalmente gratuito dall’agenzia “Comunica Media content creator” di Milano   https://www.comunicamedia.it/

    La campagna “Continuiamo dai Bambini – l’emergenza non si ferma

    Ecco cosa si ripropone di fare Ai.Bi. per contrastare la povertà relazionale, educativa e materiale di bambini e adolescenti più a rischio e supportare le famiglie fragili:

    -       mantenere aperte in Italia le porte dei nostri Centri Servizi alla Famiglia “Pan Di Zucchero” per offrire gratuitamente spazi di socializzazione, supporto psicologico ed educativo a quanti rischiano di rimanere indietro e sostegno materiale alle famiglie che si sono ritrovate improvvisamente senza reddito;

    -       garantire l’accoglienza nelle nostre comunità e alloggi a Milano, Brescia e Cremona agli adolescenti senza riferimenti familiari e ai bambini che hanno bisogno di un luogo sicuro dove crescere insieme alle loro mamme;

    -       assicurare continuità agli interventi umanitari negli istituti dell’Est Europa, Africa e Sud America e nei campi sfollati della Siria, per garantire loro: cibo, acqua, cure mediche, il diritto allo studio e a un’infanzia, quasi sempre negata.

    Ultima modifica il 28 Luglio 2020 - 09:11

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.