Il Presidente Filippo Gallinella organizza martedì 1° dicembre, dalle ore 10.30 alle ore 12.30, il webinar “Finanziare la sostenibilità”, di cui si allega il programma.


    L’iniziativa pilota, realizzata in collaborazione con British American Tobacco Italia a Sorrento, ha registrato una riduzione del 69% dei mozziconi di sigaretta dispersi nell’ambiente e una diminuzione complessiva del 45% di altri piccoli rifiuti

     


    In linea con il Green Deal europeo confermato da Ursula Von der Leyen e anticipando le nuove normative su clima ed energia per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, un grande progetto di ricerca e sviluppo di tecnologie per il riscaldamento di abitazioni e costruzioni civili, coniuga sostenibilità ambientale, riduzione dei costi e benessere delle persone. 

    ENEA ha brevettato un nuovo processo a basso consumo energetico e ridotto impatto ambientale per il recupero dei principali componenti dei pannelli fotovoltaici in silicio cristallino a fine vita. Il processo consente di separare i materiali utili, come strati polimerici, contatti elettrici, celle e vetro, e di smaltire il resto in sicurezza attraverso il ‘rammollimento’ minimo e localizzato degli strati polimerici tramite il riscaldamento del pannello e il successivo scollamento ‘a strappo’. “L’aumento esponenziale dei rifiuti costituiti dai pannelli fotovoltaici a fine vita ha reso estremamente urgente affrontare il problema della loro gestione, anche a fronte delle leggi nazionali ed europee che impongono regole severe”, sottolinea Marco Tammaro, responsabile del Laboratorio Tecnologie per il Riuso, il Riciclo, il Recupero e la valorizzazione di Rifiuti e Materiali e inventore del brevetto insieme all’imprenditrice Patrizia Migliaccio.

    È nato il nuovo portale economiacircolare.com, un progetto editoriale frutto della collaborazione tra CDCA e il sistema multi-consortile ERION, con ENEA che cura il coordinamento scientifico delle  altre istituzioni coinvolte (CNR, ISPRA, UNI e POLIEDRA).

    Al via dal 15 ottobre la possibilità di accendere i riscaldamenti in oltre la metà degli 8mila comuni italiani, vale a dire quelli della cosiddetta zona climatica E, che comprende grandi città come Milano, Torino, Bologna, Venezia, ma anche zone di montagna in tutta Italia dove il clima è più rigido.

     

     

    In tutto il mondo recuperate nel mese di settembre 300 tonnellate di rifiuti, pari al peso di 10 balene.

    È disponibile in libreria il testo “Pulire l’aria. La vergogna di volare”, edito  dalla Libreria Editrice Fiorentina.

    Il testo, evidenzia il rilevante apporto del traffico aereo all’inquinamento dell’aria e offre un ampia disamina dell’impatto negativo su ambiente e salute generato da questo tipo di sistema di trasporto che utilizza combustibili fossili.

    Nel libro, che ospita rilevanti contributi scientifici, viene evidenziato anche l’impatto negativo generato dall’inquinamento acustico e si indicano soluzioni alternative soprattutto per l’Europa e l’Italia.

    Il contenuto del libro ribadisce l’urgente necessità di ridurre il trasporto aereo per rendere concreto e fattibile il raggiungimento anche dell'obiettivo di limitare l'aumento della temperatura globale media entro i 2 ° C, rispetto ai livelli di temperatura globale del periodo preindustriale e contrastare così concretamente i cambiamenti climatici.

    Viene inoltre ribadito come nei piani di miglioramento della qualità dell'aria, che si predispongono periodicamente nelle principali città in Italia, Europa, USA e Asia, debbano essere inserite obbligatoriamente misure per la riduzione e la razionalizzazione del traffico aereo così da contrastare l’inquinamento dell’aria e tutelare insieme la salute delle persone.

    La recente pandemia da Covid-19 ha evidenziato tutte le criticità non solo dei sistemi sanitari mondali ma anche dei nostri modelli di vita a partire da quello economico-sociale-culturale per arrivare a quello dei trasporti.

    Con la netta riduzione del traffico aereo imposta nei periodi lockdown i cieli sono infatti tornati ad essere tersi e l’aria più pulita e salubre.

    E questa è la direzione da seguire per il bene del pianeta e di tutte le specie che lo abitano.

    Si comunica inoltre la disponibilità della dottoressa Antonella Litta, autrice del capitolo “L’aria, il rumore, il traffico aereo e la salute” (pag 15-93), a partecipare ad iniziative di presentazione del libro.

    Comunicato stampa a cura dell’Associazione medici per l’ambiente- Isde di Viterbo

    Enel ha pubblicato il suo terzo studio sulle città circolari dedicati a come i paesaggi urbani del futuro possano raggiungere la sostenibilità ambientale, l’inclusione sociale e la competitività economica.

    Ministero dell'Ambiente: “Youth for Climate Live Series: giovani di tutto il mondo si incontreranno on line, venerdì 25 settembre 2020 alle ore 16, per discutere sulla necessità e sull’opportunità di porre la natura al centro dello sviluppo”. Si discuterà, dunque, di ricorrere alla natura “non solo per contrastare i cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità, ma anche per stimolare la crescita e lo sviluppo attraverso azioni ad alto potenziale in termini di efficienza energetica e di resilienza, con benefici connessi alla salute e al benessere, alla rigenerazione urbana, alla gestione delle risorse”.

    Page 1 of 90

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.