Finora i pacchetti di stimolo italiani sono stati pessimi dal punto di vista climatico: secondo gli ultimi studi sono stati i peggiori in Europa, e tra i peggiori del G20. Il Next Generation EU (in Italia chiamato Recovery Fund) delineerà i prossimi 70 anni: non può essere scritto solo da chi ora ha 70 anni.

     


    "…Tutti conoscevamo la stazione di Milano, ma non sapevamo che ci fosse un sotterraneo … i Nazisti delle SS ci spinsero con una violenza inaudita…”
    Senatrice Liliana Segre

    21 Novembre 2020 - 05:17

    Il COVID non ha fermato Per Roma

    Scritto da

    Le misure di contrasto alla epidemia che da troppi mesi limitano molte delle abituali consuetudini di vita di tutti noi, hanno fortemente condizionato le attività dell’associazione ma pur fra molte difficoltà il nostro lavoro è proseguito, per alcuni aspetti si è intensificato.


    Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani celebra la Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza; istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1954 con la Risoluzione 836 (IX) del 14 dicembre 1954, ricorre per far riflettere sulla situazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti e per promuovere la solidarietà internazionale, la consapevolezza tra i bambini di tutto il mondo e il miglioramento del benessere dei fanciulli.


    Il Consiglio generale della Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG),  si è riunito ieri a Roma sotto la presidenza di Andrea Riffeser Monti, ha approvato la seguente risoluzione:

     

    Considerata la crisi dell’editoria aggravata dalla Pandemia Covid-19;

    Preso atto delle misure proposte dal Sottosegretario Martella solo in minima parte recepite nella Legge di Bilancio;

    Ribadita l’assoluta insufficienza degli interventi allo stato previsti nella Legge di Bilancio anche alla luce delle esperienze di altri Paesi europei;

    Confermato l’impegno degli editori a salvaguardare e garantire:

    1. il pluralismo e la qualità dell’informazione cartacea ed online;
    2. la capillare diffusione della stampa sull’intero territorio nazionale;
    3. i livelli occupazionali messi a rischio dalla marcata riduzione dei ricavi complessivi.

    INVITA

    Il Parlamento ad intervenire con un’azione forte a difesa dell’informazione cartacea e online e del pluralismo.

    CHIEDE

    A tutte le forze politiche presenti in Parlamento, sia di maggioranza sia di opposizione, un immediato confronto sulla gravità della situazione e per la individuazione dei necessari interventi.

    Nel corso del Consiglio è stata inoltre decisa la pubblicazione di una lettera aperta a tutti i parlamentari per rivendicare la necessità di aziende dell’informazione economicamente libere ed indipendenti da qualsiasi condizionamento esterno di natura finanziaria o politica.

    L’edizione 2020 della Giornata Mondiale della Filosofia, che si celebra quest’anno il 19 e 20 novembre, si concentra sull’importanza del pensiero filosofico nell’aiutarci ad affrontare le molteplici sfide che il mondo ha di fronte, in particolare  sul significato della pandemia COVID-19.

    “Se la crisi sanitaria mette in discussione molte certezze della nostre società, allora la filosofia ci aiuta ad andare avanti, stimolando una riflessione critica sui problemi che sono già presenti ma che la pandemia sta spingendo al limite”, afferma il Direttore generale dell’UNESCO Audrey Azoulay. “In un momento in cui la radicalità e la velocità dei principali sconvolgimenti mondiali possono disorientarci, la filosofia ci consente sia di fare un passo indietro che di vedere più avanti”


    "Siamo qui per tentare di far cambiare il paradigma dell'informazione, per tentare di portare le telecamere nei simboli dell'invisibile, di quelle realtà che è scomodo vedere, frequentare, vivere. Che ci fanno paura", lo dice Giovanni Parapini, direttore di Rai per il Sociale, intervenuto alla presentazione del rapporto "Illuminare le periferie. I non luoghi dell'informazione. Periferie geografiche e umane nei media", ospitata a Tor Bella Monaca, oggi giovedì 19 novembre, nella sede della Comunità di Sant'Egidio, organizzata insieme a Rai per il Sociale e con la media partner della TgR. "Non mi stancherò mai di ripeterlo: la Rai - aggiunge - è impegnata in un lavoro costante di lotta alle diseguaglianze. Pensiamo che sia fondamentale impedire che si allarghi la forbice dell'ingiustizia sociale. Non vogliamo che esista un mondo per pochi, ma consideriamo i luoghi dove viviamo uno spazio di comunità condivisa. Per fare questo ci vuole un impegno costante che nasce oltre che da noi, dalla scuola e dall'educazione". "Noi siamo Servizio Pubblico - conclude Parapini - e fino a quando resteremo tali abbiamo il diritto e il dovere di essere plurali, inclusivi e di promuovere il bene comune in ogni spazio luogo e piattaforma possibile e che sia raggiungibile. In questo periodo viviamo in una fase di colori, decisi dalla tecnocrazia per limitare la pandemia. Quando il Covid sarà sconfitto, e tutto o quasi tornerà alla normalità, torneremo ai colori naturali e a rivedere con gli occhi del reale quei grigi e quelle sfumature di nero che sono la cornice interna ed esterna di molte delle nostre periferie urbane e non. Ecco perché vanno illuminate, bisogna portare lo sguardo oltre le nostre paure, oltre le nostre zone di conforto e specchiarci con il Paese che soffre per evitare che si pieghi per sempre. In questo senso, il Servizio Pubblico deve tornare alle sue origini più nobili ovvero quello di servire, offrendo contenuti, informazione, cultura, educazione, sport e intrattenimento e illuminare luoghi come Tor Bella Monaca a tutto il pubblico italiano".

    Si è tenuto ieri, mercoledi 18 novembre, l'incontro Fragilità delle persone, fragilità delle città il primo di un ciclo di webinar su Milano Post Covid.
     

    L’Ambasciata d’Italia a Sarajevo ha annunciato la Settimana della Cucina Italiana in Bosnia Ezegovina dal 23 al 29 novembre, organizzata in collaborazione con l’Istituto del Commercio Estero (ICE) e l’Unione Regionale Cuochi della Calabria (URCC). La rassegna sarà presentata dall’Amb. Minasi lunedì 23 novembre all’interno del programma “Dobar dan Bosno i Hercegovino” di Hayat TV, emittente che ospiterà l’Ambasciatore anche domenica 29 novembre all’interno del programma “Nedjeljom popodne”.

     


    La ricerca condotta annualmente da LifeGate, attiva da vent’anni nel campo della sostenibilità, offre un’analisi sull’interesse, la percezione e l’atteggiamento dei milanesi rispetto ai temi di sostenibilità. I dati vengono confrontati in parallelo con i risultati dell’edizione 2019, con quelli dell’Osservatorio Nazionale dello scorso aprile e con “Roma e la sostenibilità” di giugno.


    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.