20 Giugno 2020 - 05:27

    Covid: bambini, i danni della quarantena

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Attacchi d’ansia, disturbi del sonno e aumento dell’irritabilità: un’indagine dell’Istituto Gaslini di Genova Crescono i malesseri causati dall’isolamento in casa. Impatto sempre più rilevante sulla vita delle famiglie

    Il 65% dei bambini sotto i 6 anni e il 71% dei ragazzi fino ai 18 «hanno avuto problemi comportamentali e sintomi di regressione». È quanto emerge dai risultati di un’indagine presentata al ministero della Salute e realizzata dall’Irccs “Giannina Gaslini” e dall’università di Genova su un campione di 6.800 soggetti (3.245 le famiglie interpellate con figli minori a carico) da tutta Italia (in particolare dalle regioni del Nord e dell’alta Toscana).

    "Nei bambini e nei ragazzi dai 6 ai 18 anni i disturbi più frequenti – sottolinea l’indagine – hanno interessato la componente somatica (con l’ansia protagonista) e i ritmi del sonno (difficoltà nell’addormentarsi e nello svegliarsi per iniziare le lezioni telematiche a casa). E non sono mancati casi di “enuresi” (la pipì a letto) ed “encopresi” (emissione involontaria e ripetuta di feci). La tendenza che ha toccato di più gli adolescenti, invece, è quella al “ritardo di fase”: si va a letto più tardi e non ci si alza volentieri al mattino, come in una specie di jet legdomestico", come riporta Fulvio Fulvi su Avvenire.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.