20 Giugno 2020 - 05:36

    “Cu(ltu)ra” e “La città che verrà”. Artisti in azione per Padova capitale del volontariato 2020

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    È ripartita a pieno ritmo l'attività del Tavolo cultura, uno dei sette tavoli di lavoro organizzati per Padova capitale europea del volontariato, al quale fanno riferimento oltre 70 organizzazioni no profit che operano in ambito culturale.

    Dopo il bando “La città che verrà", ora è stato attivato un bando per 11 progetti “di arte performativa ed interventi laboratoriali (pubblici) aventi finalità di partecipazione ed inclusione sociale” aperto fino alla mezzanotte del 12 luglio prossimo.

    Scopo del bando è quello di sostenere in questo momento di socialità limitata i soggetti del terzo settore, le associazioni artistiche e i singoli artisti che agiscono con finalità di inclusione sociale, attraverso il finanziamento di iniziative originali per dare continuità alle loro attività.  

    Il bando si inserisce nelle iniziative della III edizione del Festival Solidaria e pertanto verrà data priorità ai progetti in linea con il tema scelto e saranno privilegiati i progetti site specific che coinvolgano uno spazio pubblico del Comune di Padova.

    Il percorso di Padova capitale Europea del volontariato, infatti,  si è raccordato con quello della terza edizione di Solidaria, che quest’anno ha scelto come parola chiave “Apertamente” e come tema principale di riflessione quello del ‘paesaggio’: il Paesaggio è relazione e un luogo diviene paesaggio nel momento in cui c’è una intermediazione umana e una relazione tra uomo e ambiente. 

    Il bando e il modulo di adesione si trovano sul sito www.padovacapitale.it

    Oggi sono stati resi noti anche i risultati del bando per La Città che verrà; la giuria, composta da Antonio Irre Catalano, curatore del progetto, Alessandro Zanini, artista e Luca Lideo, responsabile eventi CSV Padova, ha reso pubblici i progetti di Arte Pubblica, Partecipata e Relazionale selezionati. 

    Eccoli:

    Agnese Amico e Anna Scorretti ridaranno voce al Naviglio Interno con l’opera di Arte Pubblica “Camminare sull’acqua / Walking on Water”. Un’opera sonora che ricrea un viaggio sull’acqua nel tratto corrispondente al Naviglio Interno, tombinato negli anni Cinquanta, dalla fermata Eremitani fino a Prato della Valle.

    Claudio Beorchia realizzerà un intervento poetico dal titolo “Le macchine passare”. Una esplorazione urbana, a partire dalle scritte lette sui veicoli (ragioni sociali, slogan, pay off, claim pubblicitari, ecc.) da cui nascono testi poetici. Durante i giorni di Solidaria sarà possibile partecipare in prima persona a questa osservazione della città e alla sperimentazione poetica.

    Sara Celeghin realizzerà “Vita”, una scultura lignea composta da tre ceppaie di tiglio in via Nazareth. Il progetto prevede una fase di laboratorio partecipativo con la popolazione per arrivare all'idea definitiva e alla realizzazione dell'opera e sarà inaugurata con un evento performativo teatrale a cura di Teatro Invisibile. Questa opera darà continuità ad un progetto già conosciuto dalla città, “UrbArt – dare nuova forma alla città”.

    Elisabetta Consonni porterà un’opera relazionale dal titolo “Ti voglio un bene pubblico”, un gioco urbano che riflette su infrastrutture di divisione quali cancelli, muri, recinti. L’artista lavorerà su un quartiere di Padova, esplorando insieme ai cittadini il territorio e le sue segregazioni, fino a creare un gioco a squadre che si terrà durante i giorni di Solidaria.

    I quattro artisti si attiveranno nei prossimi giorni per terminare in occasione di Solidaria, l'evento diffuso del CSV Padova per la cultura della solidarietà in programma da 21 al 27 settembre 2020.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.