08 Novembre 2006 - 06:39

    Divorzio: presto realtà anche per le donne musulmane in India

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    Una commissione si è riunita per approvare la “sharia”

    Potrebbe essere un grande passo in avanti vero la parità dei diritti fra uomini e donne anche nei Paesi a religione musulmana, la proposta degli sciiti indiani della “All India Shia Personal Law Board”, che vogliono permettere anche alle donne musulmane in India di chiedere il divorzio, secondo l'usanza islamica chiamata “talaq” in arabo.

    La commissione, che si riunirà a fine mese con gli altri organismi islamici del Paese per definire le nuove leggi che i musulmani indiani dovranno seguire, dovrebbe rendere possibile l'annullamento del matrimonio secondo la legge musulmana, la “sharia”, che rende effettivo il divorzio anche solo se il marito pronuncia per tre volte la parola “talaq”.

    Ultima modifica il 08 Novembre 2006 - 06:39

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.