11 Ottobre 2020 - 06:00

    Giurista del Terzo settore: nuovo corso di laurea all'Università di Padova

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Il nuovo corso di laurea triennale sarà avviato nel prossimo anno accademico nell’Università di Padova, città che nel 2020 è Capitale europea del volontariato. 

    L'università di Padova spiega in una nota:  “Si è tenuto un primo confronto tra il Comitato ordinatore del nuovo corso, il Dipartimento di Diritto privato e circa 50 stakeholders, ovvero organizzazioni rappresentative del Terzo settore e del no-profit, locali e nazionali."

    "La decisione dell’ateneo di Padova, quasi inedita nel panorama accademico nazionale, intende offrire una risposta concreta alla richiesta di operatori che abbiano una formazione specifica e di qualità – spiega il professor Manlio Miele, direttore del Dipartimento di Diritto privato -, richiesta che proviene con sempre maggiore insistenza dagli enti impegnati nei settori del volontariato, del sociale, della cultura, dello sport, della sanità, dell’educazione, della cooperazione, dell’impegno ambientale”. 

     

     

    791px-Università_degli_Studi_di_Padova_jm56350.jpg

     

    Il corso di laurea triennale è rivolto a coloro che in vario modo operano, come volontari o come lavoratori in varie posizioni, all’interno degli enti del terzo settore, tra i quali anche imprese sociali. Il corso è aperto anche a chi, all’interno delle pubbliche amministrazioni, si interfaccia con gli enti del terzo settore che svolgono una funzione sussidiaria nell’ambito dei servizi pubblici.
    «Il corso è strutturato in modo da permettere allo studente l’acquisizione di necessarie competenze in ambito giuridico, ma non solo. Per quanto riguarda le competenze giuridiche l’idea è che anche i corsi basilari utilizzino un approccio didattico che faccia costante riferimento alle problematiche del terzo settore e, ovviamente, particolare importanza è attribuita allo studio della legislazione in materia di terzo settore in “cliniche”, cioè momenti interattivi nei quali gli studenti si confronteranno con casi reali in modalità attiva, per cercare, sotto la guida del docente, le soluzioni più adatte in concreto - dice Adriana Topo -. Per quanto riguarda le materie non giuridiche, abbiamo assegnato un ruolo significativo alle materie economiche applicate, cioè alla redazione del bilancio e ai profili organizzativo-gestionali che sono fondamentali per gestire in modo efficiente qualsiasi struttura produttiva, anche non ispirata da fini di lucro. Abbiamo attribuito un ruolo significativo all’insegnamento del diritto finanziario e degli elementi essenziali della finanza, dato che gli enti devono potere gestire in modo efficiente il proprio patrimonio, ma abbiamo valorizzato - sottolinea Topo - anche l’insegnamento della psicologia che è fondamentale per affrontare le diverse situazioni con capacità relazionale e attenzione all’inclusione. Questa traccia non esaurisce però la complessità del corso che, soprattutto attraverso gli esami a scelta, consente poi a studentesse e studenti di approfondire i propri interessi per un settore specifico: sociale, sportivo, culturale, in corsi dedicati a taglio giuridico/aziendalistico, cioè in modalità interdisciplinare. Prevediamo periodi di formazione on the job, lo studio della lingua inglese, e ovviamente una prova finale. L’articolazione degli orari e le modalità della didattica cercheranno di adattarsi anche alle esigenze di chi lavora o opera attivamente nel volontariato. Gli studenti e le studentesse potranno poi proseguire gli studi con il riconoscimento degli esami ai fini dell’acquisizione della laurea magistrale in giurisprudenza, se il progetto verrà approvato dagli organi di Ateneo competenti».
     
     
     
    unnamed.jpg
     

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.