Stampa questa pagina
24 Settembre 2020 - 08:27

Iacopo Melio: "La mia lotta per i diritti di tutti"

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Iacopo Melio: "La mia lotta per i diritti di tutti" Iacopo Melio

Sul Corriere della Sera di oggi Carlo Verdelli intervista Iacopo Melio, 25 chili e più di 11mila voti. Il 28enne candidato del Pd a Firenze ha portato avanti una campagna elettorale da casa: "Basta ipocrisie su chi ha disablità".

Ecco di seguito alcuni passaggi dell'intervista: "MI ha scritto un ragazzo di 18 anni: sei il mio primo voto, so che non mi deluderai". 

"Il mio slogan è stato: un salto avanti. Detto da me può sembrare un paradosso, ma credo davvero seeva un salto avanti per i diritti civili. Quelli umani per esempio, la parità tra donne e uomini. […] In Italia ci sono 4 milioni di disabili ma i numeri non sono ufficiali, mancano statistiche, come mancano insegnanti di sostegno; prevale invece una cultura dell'indifferenza".

Come si fa a far politica pesando 25 chili a 28 anni, chiede Verdelli, e Melio risponde: "Guardando la parte piena del bicchiere". Non una lezione di vita, "semmai di sopravvivenza. Se non apprezzi ciò che c'è nel bicchiere l'unica alternativa è buttarlo, ma io non sono uno che butta il bicchiere".

Un bell'insegnamento da parte del protagonista di "Vorrei prendere il treno", che con ironia e forza combatte contro le barriere architettoniche ed è stato anche tra gli ospiti del programma di Rai 2 O anche no, condotto dal direttore di Angelipress Paola Severini Melograni.

 

Ultima modifica il 24 Settembre 2020 - 09:35

Ultimi da AngeliPress