20 Aprile 2010 - 13:36

    ''Il Post'': una nuova voce per l'informazione

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    Da oggi on line il quotidiano di Luca Sofri

    Complimenti a Luca Sofri che con Il Post aggiunge una nuova voce all'informazione in Italia.

    Non un semplice quotidiano su internet ma un giornale con un obiettivo ben preciso: inseguire il modello dell'Huffington Post, il blog/portale che è diventato più seguito e amato delle fonti di informazione tradizionale.

    Una piccola redazione composta da cinque redattori e dal direttore, Luca Sofri appunto. Nessun editore: Il Post si finanzia grazie a piccoli e medi imprenditori interessati al progetto. E a contribuire le firme di Paolo Virzì, Andrea Romano, Filippo Facci.

    Per chi non lo conoscesse Luca Sofri è un giornalista italiano classe 1964, presente con la sua firma su molti quotidiani da La Gazzetta dello Sport, al Foglio, all'Unità; scrive inoltre per Vanity Fair, GQ, Wired. Nel suo curriculum anche la radio con il Condor su Radio2. La passione per internet era già evidente dal suo blog personale, Wittgenstein, dove pubblica riflessioni e articoli di cultura generale.

    Figlio di Adriano Sofri e sposato con Daria Bignardi ha lavorato anche in televisione per La7, ha pubblicato per Rizzoli nel 2006 il suo primo libro intitolato Playlist, una «guida alle 2556 canzoni di cui non potete fare a meno», ristampato in un'edizione aggiornata nel 2008, quasi una bibbia dell'ascolto musicale.

    Il Gruppo Angeli è entusiasta della sua nuova avventura nel mondo della comunicazione.

    Per saperne di più: http://www.ilpost.it/

    (Lucia Anna Salvemini)

    Ultima modifica il 20 Aprile 2010 - 13:36

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.