04 Settembre 2004 - 18:25

    Il Seminario di studi 'Il diritto alla bellezza' si svolto il 26 novembre 2003 a Palazzo Altemps, Roma

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    E' stato organizzato da "Angeli" e si terr il 26 novembre a Palazzo Altemps a Roma

    Foto di Giacomelli

    Il Diritto alla Bellezza: una legge non scritta, ma fondamentale al giorno d oggi per tutti i cittadini del mondo amanti dell Arte, della Cultura, del Bello. Non un concetto cos ovvio come sembra: a molte persone precluso il diritto a godere del Bello, a causa di disfunzioni di vario tipo motorie, visive, ecc. di cui soffrono, spesso dalla nascita; e un problema che riguarda non solo i disabili, anche altre tipologie di visitatori come gli anziani. La Costituzione italiana che come tutti sanno risale al 1948 garantisce anche ai disabili (oltre ai quali vanno annoverati appunto gli anziani) quello che pu essere chiamato Diritto alla Bellezza : e lo fa, attraverso numerose norme che richiedono per , in quanto norme costituzionali programmatiche, una serie di norme applicative (leggi ordinarie statali o fonti normative emanate dagli enti territoriali). La normativa di attuazione dei principi costituzionali, purtroppo, arretrata e lacunosa, in particolare per quanto riguarda proprio i disabili; gli articoli 2, 3, 4, 9, 38, 41 e 42 contengono degli spazi, identificabili in via di facile interpretazione, che consentono, anzi, impongono, la produzione di norme attuative. Per quanto riguarda i monumenti storici presenti sul nostro territorio, bisogna per specificare che in molti casi si tratta di edifici storici commissionati da potenti aristocratici, che li fecero decorare e allestire con opere d arte per loro diletto. Si tratta di un particolare significativo, poich parecchi di questi palazzi e gallerie private sono stati acquistati dallo Stato tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo e tramutati in musei, senza per venisse operato un sostanziale cambiamento architettonico al loro interno, o comunque tale da poter facilitare le visite ai disabili. Un'importante fetta di pubblico stata pertanto ignorata, a differenza di quanto avvenuto negli altri paesi europei, dove una maggiore sensibilit e la presenza di strutture museali moderni, dotati di strutture adatte hanno sortito l'effetto di portare un pubblico maggiore rispetto a quello che affolla i musei italiani. L'Italia si ritrova cos nella situazione paradossale di essere il paese con il maggior numero di ricchezze artistiche, ma anche il meno accessibile: oltre ai musei, bisogna ricordare l ingente numero di ville, parchi storici e aree archeologiche, anch essi di difficile accesso per tutti coloro con difficolt motorie. Si tratta di circa 3.500 siti di competenza statale, comunale, privata e dello Stato della Chiesa. Il Seminario del 26 novembre avr il compito di fare il punto della situazione: attraverso gli interventi da parte di esperti del settore (architetti, storici dell arte, volontari nei musei), si parler di come risolvere l annoso problema delle barriere architettoniche, di quali tecnologie da utilizzare per aiutare i disabili durante le visite e di come impostare una didattica per alcuni handicap particolari (si pensi per esempio alla cecit : in alcuni musei sono state organizzate visite speciali per non vedenti, facendo toccare loro direttamente le statue). Inoltre, teologi, filosofi, critici, mecenati, giornalisti, investigheranno i motivi profondi che portano al godimento del Bello. Per fortuna, negli ultimi anni molti musei e luoghi d arte si sono attrezzati in questo senso per favorire l'ingresso dei portatori di handicap: il Seminario sar quindi l'occasione per presentare nuove proposte e fornire spunti di discussione.

    SEMINARIO DI STUDI IL DIRITTO ALLA BELLEZZA

    Roma, Palazzo Altemps, 26 novembre 2003 Programma del Seminario:
    Introduzione ai lavori:
    Giuliano Urbani, Ministro per i Beni e le Attivit Culturali;
    S.E. Monsignor Mauro Piacenza, Presidente della Pontificia Commissione per i Beni e le attivit culturali della Chiesa;
    Elisabetta Monti e Alessandra Borghese di "Angeli".

    Relazioni :
    Anna Maria Buzzi, Ministero per i Beni e le attivit culturali;
    Martina Corgnati, critico d'arte;
    Paolo Fabbri, Semiologo e Giovanna Fabbri, giornalista;
    Gianfranco Imperatori, Segretario Generale Associazione "Civita";

    Interventi preordinati
    Maria Pia Bertolucci, Responsabile Beni culturali del Centro Nazionale per il Volontariato;
    Enrico Ragni, Presidente dei Gruppi Archeologici d'Italia;
    Alberica Trivulzio, Presidente dell'Associazione Volontari Museali Italiani;

    Al termine dei lavori della mattina, ci sar un breve duetto degli attori Giulio Farnese e Simona Marchini dal titolo "Giocare per comunicare la Bellezza"

    Ore 15 Tavola Rotonda
    Problemi e prospettive dell'accessibilit e fruibilit , coordinata da Paola Severini Direttore di Angeli.

    Introducono:
    Paolo Mammola, Sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
    Raffaele Sirica, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti
    Giovanni Paolo Bernini, Consigliere del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Lunardi;
    Massimo Semola, Architetto paesaggista, socio Associazione Italiana Architettura del Paesaggio.
    Intervengono
    I Presidenti della FAND - Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili:
    Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili
    Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro
    Ente Nazionale Sordi
    Unione Italiana Ciechi
    Unione Nazionale Mutilati per Servizio.
    Ubaldo Bocci Vice Presidente nazionale UNILTALSI

    Ore 17 Seconda Tavola Rotonda
    Il diritto di tutti alla bellezza
    Coordinata da Riccardo Chiaberge Direttore di "Domenica - Il sole 24 ore"
    Michelina Borsari, Direttore Scientifico Fondazione Collegio S.Carlo di Modena
    Vito Mancuso, Teologo;
    Marc Mayer i Oliv , Direttore Centre de la Generalitat de Catalunya a It lia;
    Maresita Nota Santi, Archeologa,Direttore Museo Barracco

    Conclusioni:
    Carmelo Rocca, Segretario Generale del Ministro per i Beni e le Attivit Culturali.

    Al termine verranno presentati gli accordi con Rai e Mediaset e il sito del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali www.culturalweb.it curato da Maurizio Pizzuto.
    Ultima modifica il 04 Settembre 2004 - 18:25

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.