Stampa questa pagina
05 Aprile 2020 - 09:18

La cura è sott'acqua

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dobbiamo cambiare la nostra attitudine, passando dal ‘salvare la natura da noi stessi’ al ‘servirsi della natura per salvare noi stessi’”. 

 

 

“Se dovessimo centrare il miglior risultato dall’Accordo di Parigi del 2015, limitando l’aumento della temperatura a 1,5 °C, perderemmo il 70%, forse anche il 90% delle barriere coralline di tutto il mondo -spiega Roberts. Dobbiamo urgentemente passare a un’economia a zero emissioni di carbonio. Le barriere coralline ci stanno dicendo che il nostro stile di vita è insostenibile e che il Pianeta sta soffrendo. Non saranno distrutti soltanto i coralli ma molti altri ecosistemi dai quali dipendiamo".

Ultimi da AngeliPress