Stampa questa pagina
17 Settembre 2020 - 09:46

La Montagnaterapia, nata in Francia negli anni '80

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Montagnaterapia, che nasce in Francia e Belgio negli anni ’80, arriva in Italia al sorgere degli anni ’90 con l’intento di fungere come ulteriore sostegno nel processo di riabilitazione di persone aventi problematiche. L’Associazione Montagnaterapia la definisce come “un originale approccio metodologico a carattere terapeutico-riabilitativo e/o socio educativo finalizzato alla prevenzione secondaria, alla cura e alla riabilitazione di individui portatori di differenti problematiche, patologie o disabilità, attuato attraverso il lavoro sulle dinamiche di gruppo, nell’ambiente culturale, naturale e artificiale della montagna”.

Tra i massimi promotori italiani della Montagnateriapaia c’è il Club Alpino Italiano (CAI), quale organizza escursioni, in gruppi da 3 a 12 persone, che sono volte a favorire un miglioramento della salute e del benessere generale dei partecipanti. Quindi, l’azione che si persegue dal punto di vista socio-sanitario converge con le conoscenze tecniche e culturali di chi è guida esperta di montagna.

Come riporta lo stesso CAI, la Montagnaterapia è tutt’ora oggetto di studio, e infatti sono numerose le tesi di laurea in infermieristica, riabilitazione psichiatrica, medicina, antropologia, psichiatria, scienze dell’educazione nelle quali è stata trattata. Ornella Giordana, referente per la Montagnaterapia a livello nazionale in Commissione Centrale
Escursionismo e del gruppo La Montagna che Aiuta del CAI Torino, racconta che «Il lockdown ha lasciato un segno, soprattutto sulle persone già in difficoltà, per questo anche se molte delle attività del Club Alpino Italiano sono ancora ferme, abbiamo spinto per far ripartire il prima possibile quelle di Montagnaterapia. Ce n'è davvero bisogno». E lo speriamo anche noi che presto possano ripartire.

https://www.cai.it/attivita-associativa/sociale/montagnaterapia/

https://www.lastampa.it/tuttogreen/2020/08/26/news/la-soluzione-e-la-montagnaterapia-1.39144955

A cura di Simone Riga

Ultima modifica il 17 Settembre 2020 - 09:54
AngeliPress

Ultimi da AngeliPress