10 Giugno 2020 - 05:38

    Nell'ultimo libro Haig parla di depressione e di come l'uomo deve tornare al centro

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Su Avvenire di oggi Alessandro Zaccuri intervista Matt Haig a proposito del suo ultimo libro (edizioni e/o) sulla storia della sua depressione.

    Il libro è autobiografico e si intitola Ragioni per continuare a vivere: "Chi ha sofferto di depressione sa bene di dover trovare in sé la via d’uscita da un’interiorità che è diventata dolorosa. Sembra un circolo vizioso e in parte lo è, ma proprio per questo può essere spezzato solo prendendosi cura di sé, dedicandosi alle proprie passioni e cogliendo ogni occasione di benessere. Non si tratta di egoismo, né di un meccanismo magico o automatico. La depressione insegna, tra l’altro, che ciascuno di noi vive in un equilibrio delicatissimo tra la propria interiorità e il mondo esterno".

    Tra le altre cose nell'intervista Haig parla della depressione come malattia invisibile in cui è irrinunciabile la dimensione dell'ascolto e in cui l'uomo deve tornare al centro di ogni processo. L'intervista completa è su Avvenire.

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.