01 Dicembre 2006 - 07:08

    Oggi 1 dicembre Giornata Mondiale per la lotta all'Aids

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    A Roma si terrà la cerimonia “Stop aids. Mantenere la promessa”

    Si celebra oggi, in tutto il mondo, la XIX Giornata Mondiale per la lotta all'Aids. L'intero pianeta si coalizza per un giorno nella volontà di accrescere la coscienza dell'epidemia mondiale di aids dovuta alla diffusione del virus Hiv nella speranza di riuscire a porre un freno a una malattia che, stando ai dati forniti recentemente dall'Onu, ha fatto qualcosa come 25 milioni di morti fino ad oggi e continua a colpire circa 40 milioni di persone in tutto il mondo.

    La Giornata Mondiale per la lotta contro l'Aids si propone di aumentare anzitutto il livello generale di conoscenza della malattia al fine di porre un freno all'aumento dei contagi che riguardano soprattutto i Paesi del Terzo Mondo, dove le informazioni sul virus e la sua trasmissione sono ancora molto carenti.

    Molte le iniziative che per tutta la giornata si alterneranno in vari Paesi del mondo.

    In questa giornata importanti sono anche le parole del segretario uscente delle Nazioni Unite, Kofi Annan, il quale si è espresso sull'argomento esortando gli abitanti del pianeta, e in particolare i loro leader, a una maggiore responsabilità nella lotta all'Hiv, definendola “la più grande sfida della nostra generazione”; appello accolto con grande tempismo dall'Unione Europea, la quale sta seriamente pensando di aumentare i fondi a favore della lotta all'aids.

    Fermo restando che la prevenzione resta, almeno per ora, l'unico modo per contrastare la trasmissione del virus, il ministro delle Politiche Giovanili e dello Sport, Giovanna Melandri, ha chiesto la riduzione del prezzo dei preservativi, abbassandone l'Iva dal 20 al 10%.

    Anche l'Unicef fa la sua parte attraverso l'iniziativa “Uniti per i bambini, uniti contro l'Aids”, tramite l'sms solidale 48589 (un ero da telefonini e 2 ero a chiamata da rete fissa), fino al 5 gennaio 2007, che raccoglierà fondi per finanziare specifici programmi per aiutare i bambini vittime dell'Aids.

    Sempre a Roma, poi, si terrà la cerimonia “Stop aids. Mantenere la promessa” alla quale parteciperà il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il ministro della Salute Livia Turco e la ricercatrice Barbara Ensoli, al cui studio e a quelli di altri gruppi di scienziati nel mondo, si guarda con speranza.

    Per saperne di più: www.anlaids.it

    Ultima modifica il 01 Dicembre 2006 - 07:08

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.