20 Dicembre 2013 - 12:22

    Oltre 600mila euro per i progetti di tre giovani ricercatori all'Istituto Città della Speranza

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    L'iniziativa della cassa di Risparmio di Padova e Rovigo per la ricerca pediatrica

     

     

    Contribuire a migliorare la salute di bambini affetti da neoplasie, paraplegia spastica e malattie di cuore congenite è l’obiettivo di tre progetti di ricerca presentati da altrettanti studiosi italiani altamente qualificati, tutti rigorosamente under 40, che riceveranno un contributo complessivo di 620mila euro.

    Sono questi, in sintesi, gli esiti del bando Grant Program for Young Investigator on Pediatric Research, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo con l’intento di sostenere progetti di giovani ricercatori nel campo delle patologie pediatriche da svolgersi all’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza.

    I progetti vincitori, proposti rispettivamente da Marco Agostini, Genny Orso e Luca Vedovelli, sono stati selezionati nell’ambito di un’iniziativa aperta a ricercatori attivi sia a Padova sia altrove, anche all’estero.

    Marco Agostini, classe ’73, ricercatore del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Oncologiche e Gastroenterologiche dell’Università di Padova, guiderà un team di 4 studiosi che svolgeranno attività di ricerca sulle neoplasie infantili. 200mila euro il contributo assegnato al progetto, che prevede la stretta collaborazione con il Dipartimento di Nanomedicina  del Methodist Hospital Research Institute di Houston (USA).

    Genny Orso, classe ’75, specializzata in farmacologia molecolare e cellulare, coordinerà un team composto da 10 studiosi, che riceveranno un contributo di 220mila euro per fare ricerca sulla paraplegia spastica. Genny Orso lavora attualmente all'Istituto Scientifico "Eugenio Medea" a Conegliano (TV) e ha all’attivo collaborazioni in Germania, Irlanda, Spagna e USA.

    Luca Vedovelli, infine, 30 anni, vanta un dottorato in farmacologia molecolare e cellulare conseguito all’Università di Padova in collaborazione con l’Università di Harvard, e sarà a capo di un team di 6 studiosi. A loro andranno 200mila euro, che verranno utilizzati per studiare le malattie di cuore congenite.

    Per maggiori informazioni: www.fondazionecariparo.it

    Ultima modifica il 20 Dicembre 2013 - 12:54

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.