21 Aprile 2020 - 09:49

    Sono il figlio gay di un ex pastore evangelico: “Dio ha liberato le mie emozioni”

    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Sono il figlio gay di un ex pastore evangelico: “Dio ha liberato le mie emozioni”.

     

    Testimonianza di Stefano Demasi raccolta da Paolo, volontario del Progetto Evangelici

    É una mattina di fine estate, la vigilia del mio trentasettesimo compleanno. Fa già troppo caldo per essere le 7:30 del mattino. Dopo essermi girato e rigirato più e più volte nel letto in una notte quasi insonne, con la speranza di vincere la sete, mi alzo e mi trascino al frigorifero col desiderio di scolarmi un’intera bottiglia di acqua.

    Questa sarà l’ultima mattina che apro il frigo del vecchio Io. Una nuova consapevolezza è vicina, una consapevolezza che mi ha fatto uscire dal frigorifero emotivo in cui ero rimasto rinchiuso per anni e anni e che un giorno di fine estate apro così, senza chiedermi come e perché.

    Mi chiamo Stefano, oggi ho 44 anni. Sono nato e cresciuto in una famiglia cristiana evangelica dei fratelli di Milano. Mio padre era stato responsabile (cosiddetto anziano) nelle chiese da noi frequentate per molti anni sin da quando ero piccino. Son quindi cresciuto col ‘timore’ del Signore ma anche con il peso della responsabilità che anche il figlio o figlia di un responsabile di chiesa deve sopportare nella propria condotta in quanto sotto i riflettori, giudicanti, di tutta la comunità.

    All’età di 17 anni chiesi il battesimo. All’età di 21 anni mi trasferii in Inghilterra per lavoro in cui maturai a livello personale e a livello spirituale. Iniziavo proprio lì a costruire un individuale e autonomo rapporto con Dio, senza interferenze famigliari e frequentando le chiese protestanti locali.

    Ultima modifica il 20 Aprile 2020 - 09:52

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.