Stampa questa pagina
23 Settembre 2020 - 06:06

Toxic Twitter: l’azienda non fa ancora abbastanza per proteggere le donne

Vota questo articolo
(0 Voti)

La denuncia di Amnesty contro Twitter: il social network non fa abbastanza per proteggere le donne dalle aggressioni online

Nonostante le numerose promesseTwitter non sta ancora facendo abbastanza per proteggere le donne dalla violenza e dalle molestie online.

In un nostro nuovo lavoro di ricerca, abbiamo analizzato i dati dell’azienda relativi all’attuazione di un elenco di raccomandazioni che hanno il fine di contrastare la violenza nei confronti delle donne sulla piattaforma, da quando, nel 2018, avevamo messo in luce per la prima volta la portata del problema nel suo rapporto Toxic Twitter del 2018.

Nonostante qualche benvenuto progresso, Twitter deve fare molto di più per affrontare il problema. L’azienda ha attuato integralmente solo una delle dieci raccomandazioni pratiche, con progressi limitati relativamente al miglioramento della trasparenza nelle modalità di gestione delle segnalazioni di molestie.

Twitter non sta facendo ancora abbastanza per contrastare la valanga di abusi che le donne si trovano ad affrontare sulla piattaforma. La nostra ricerca mostra che nonostante alcuni miglioramenti, Twitter non sta facendo abbastanza per proteggere le utenti donne, causando il silenzio o l’autocensura di molte di loro sulla piattaforma“, ha dichiarato in una nota stampa Rasha Abdul Rahim, condirettrice di Amnesty Tech.

Abbiamo delineato alcune azioni chiare e dirette che Twitter può intraprendere per rendere la propria piattaforma un luogo più sicuro per le donne che esprimono la propria opinione. Twitter può e deve fare di più per proteggere le donne dalle molestie“, ha aggiunto Rasha Abdul Rahim.

 

 

Per leggere l'articolo completo di Amnesty International: https://www.amnesty.it/toxic-twitter-lazienda-non-fa-ancora-abbastanza-per-proteggere-le-donne/

Ultimi da AngeliPress