18 Ottobre 2010 - 16:21

    Troppi bambini a Rebibbia

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    Nel carcere romano sovraffollato anche il nido

    E� record di presenze di bambini nel nido del carcere di Rebibbia Femminile. Nel nido del carcere, a fronte di una capienza di 19 posti, da qualche giorno sono ospitati 24 fra bambini e bambine da 0 a 3 anni che hanno seguito le loro mamme recluse nel carcere romano. L�allarme � stato lanciato dal Garante dei detenuti della Regione Lazio Angiolo Marroni.

    La presenza di cos� tanti bambini - hanno accertato i collaboratori del Garante - sta creando diversi problemi di gestione all�interno del Nido. Da qualche giorno, infatti, 5 bambini sono costretti a passare la notte in infermeria per l�assenza di letti nel nido e sono a contatto con donne affette da importanti patologie e quindi a rischio contagio. Le donne recluse al nido attualmente sono tutte straniere: la stragrande maggioranza � composta da donne di etnia rom.

    In base alla legge, i bambini da 0 a 3 anni possono restare in carcere insieme alle mamme detenute. Al compimento dei 3 anni scatta obbligatoriamente la scarcerazione dei minori, indipendentemente dalla pena della madre, con l�affidamento del piccolo a parenti o in case famiglia: �una situazione, questa - ha detto il Garante - spesso fonte di gravi traumi alle mamme e ai bambini�.

    Il problema principale, durante la detenzione, � quello di intrattenere i bambini per evitare che, su di loro, pesi la condizione carceraria. Per questo i piccoli trascorrono il tempo nella stanza dei giochi e, grazie alle associazione �A Roma Insieme�, i week-end partecipano a escursioni settimanali fuori dal carcere.

    Nonostante l�impegno degli operatori e dei volontari la situazione di questi bambini � davvero drammatica - ha detto il Garante dei detenuti Angiolo Marroni -. Non solo sono condannati a trascorrere in una cella l�et� cruciale del primo apprendimento ma in questi ultimi tempi, per colpa del sovraffollamento, stanno pagando in maniera insopportabile colpe che non sono le loro�.

    Fonte: Ufficio stampa del Garante dei Diritti dei Detenuti del Lazio

    http://www.garantedetenutilazio.it/

    Ultima modifica il 18 Ottobre 2010 - 16:21

    Please publish modules in offcanvas position.

    We use cookies

    Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.