Stampa questa pagina
11 Ottobre 2018 - 10:48

“Vale la Pena”: a Roma il pub&shop con i prodotti delle carceri

Vota questo articolo
(1 Vota)

Bere birra e fare shopping promuovendo il reinserimento

 

Aprirà oggi a Roma, in via Eurialo 22, il primo pub&shop i cui prodotti saranno interamente realizzati all'interno delle carceri italiane. Si chiama Pub & Shop Vale la Pena e la sua realizzazione è il frutto dell'impegno condiviso di numerose associazioni italiane impegnate nella creazione di un futuro migliore per i detenuti.

Nel locale sarà possibile bere la Birra Vale La Pena e il Caffè Galeotto, degustando i formaggi di Cibo Agricolo Libero con i taralli Campo dei Miracoli del carcere di Trani. Inoltre qui sarà possibile acquistare la pasta Gigliolab dell’Ucciardone o le magliette Extraliberi del carcere di Torino, insieme alle borse e ai bracciali creati sfruttando materiale riciclato del carcere di Lecce.

La Birra Vale La Pena nasce dall'iniziativa della Onlus Semi di Libertà che, dal 2014, con il cofinanziato dal Ministero dell’Università e Ricerca e dal Ministero della Giustizia ha dato vita a questo progetto di inclusione nel carcere romano di Rebibbia. Grazie a questa iniziativa i detenuti ammessi al lavoro esterno vengono formati ed avviati all’inclusione professionale nella filiera della birra. Lo scopo dell’iniziativa è di contrastare i fenomeni di recidiva che, in casi di progetti inclusivi di questo genere si calcolano al 2%, contro il 70% rilevato nei confronti di quei detenuti che gode di misure alternative.

Il Pub&Shop di Roma nasce quindi per commercializzare i prodotti dell’Economia Carceraria, per offrire delle concrete opportunità lavorative ai detenuti e promuovere queste iniziative anche attraverso le piccole realtà di tutta Italia, produttrici di prodotti artigianali di altissima qualità dal forte potere evocativo e comunicativo.

(Lucia Anna Salvemini)

Ultimi da AngeliPress