Stampa questa pagina
28 Maggio 2020 - 15:24

Valentina va a un concerto e non lo può vedere

Vota questo articolo
(0 Voti)

Valentina va a un concerto e non lo può vedere.

 

Valentina Tomirotti è una persona con disabilità ed è costretta a muoversi in carrozzina. Il  29 settembre 2019 all’Arena di Verona c’è un concerto che a lei piacerebbe vedere. Acquista quindi il biglietto e le viene assegnato un posto dedicato nel settore predisposto alle persone con disabilità. Cosa succede? Non passa molto tempo dall’inizio del concerto che la gente seduta davanti a lei si fa prendere dalla musica. Si alza e abbandona le proprie poltrone. Valentina a quel punto vede solo schiene. 

Con un sorriso dice alla testata TPI che l’ha intervistata: “Io sono in carrozzina. Se fossi in piedi sarei alta di mio circa 1 metro e 10 cm, seduta arrivo forse a 90 cm. Meno di un metro di altezza in 26esima fila con tutta la gente accalcata in piedi davanti, vuol dire vedere solo il sedere delle persone”.

Per questo decide di agire per le vie legali, per chiedere che fosse accertata una discriminazione e almeno per vedersi restituita il prezzo del biglietto. L’Associazione Luca Coscioni attraverso l’avvocato Alessandro Gerardi le è stata a fianco in questa vicenda, ma l’epilogo del processo di primo grado è stato incredibilmente negativo. Per questo decide di agire per le vie legali, per chiedere che fosse accertata una discriminazione e almeno per vedersi restituita il prezzo del biglietto. L’Associazione Luca Coscioni attraverso l’avvocato Alessandro Gerardi le è stata a fianco in questa vicenda, ma l’epilogo del processo di primo grado è stato incredibilmente negativo

Ultimi da AngeliPress