8.4 C
Roma
mercoledì, 24 Aprile, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Federazione Alzheimer, proiezione online gratuita del docufilm con storie di speranza oltre la demenza

Dopo il grande successo dell’anteprima milanese all’Anteo Palazzo del Cinema in occasione del XII Mese Mondiale Alzheimer, Federazione Alzheimer Italia organizza una proiezione gratuita in streaming del docufilm Keys, bags, names, words. Ricordi e demenza: storie di speranza. L’appuntamento è per lunedì 30 ottobre 2023 alle ore 20: per partecipare è sufficiente iscriversi mandando una mail a info@alzheimer.it o chiamando il numero 02 809767 e si riceverà il link per seguire la diretta online sulla piattaforma Zoom.

Keys, bags, names, words è un film che non vuole raccontare la perdita, ma celebrare la speranza e la forza dello spirito umano. Lo fa attraverso ritratti intimi e coinvolgenti di persone con demenza e loro familiari in tutto il mondo che raccontano come siano riusciti a trovare il coraggio di guardare avanti e agire. A questi si aggiungono le esperienze di medici e scienziati, ma anche artisti ed esperti di politica, che affrontano una delle più grandi sfide sanitarie e sociali del XXI secolo con un approccio audace e innovativo, sfruttando creatività, umorismo e compassione per guidare la strada verso la speranza.

Ci sono Walt, che a soli dieci anni porta la propria testimonianza di figlio di persona con demenza davanti al Congresso degli Stati Uniti, ed Helen, persona con demenza che dopo la vergogna iniziale ha deciso di battersi per i diritti di chi come lei convive con questa condizione, portando la sua storia in tutta Europa. C’è Karin, drammaturga ideatrice di un gruppo teatrale che permette alle persone con demenza e ai loro caregiver di raccontarsi davanti al pubblico. Ci sono Jill, che da 14 anni si dedica completamente al marito, e Dana, caregiver della madre, che usa il proprio background di artista e antropologa per trovare sempre nuovi modi di entrare nel suo mondo e mantenere un legame con lei.

E ancora neurologi, psichiatri, geriatri provenienti da diversi Paesi, ricercatori che studiano come la musica possa aiutare la memoria o come intervenire sui fattori di rischio per prevenire o rallentare l’insorgere della demenza.

L’obiettivo è mostrare come, nonostante le difficoltà, il dolore e la paura, una persona con demenza rimanga innanzitutto una persona e che anche dopo la diagnosi c’è molto che si può fare per vivere una vita piena, serena e dignitosa.

La proiezione sarà presentata da Mario Possenti, segretario generale della Federazione Alzheimer Italia. Il docufilm, diretto da Cynthia Stone, è realizzato da Cynthia Stone Media in collaborazione con il Global Brain Health Institute, The Hellman Foundation e Voice of Witness. La versione italiana è a cura della Federazione Alzheimer Italia.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI