12.5 C
Roma
venerdì, 1 Marzo, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Mindwork presenta: Be Mindful: il Manifesto per il benessere psicologico in azienda

Persona, leadership e società, questi i pilastri su cui si concentra “Be Mindful: il Manifesto per il benessere psicologico in azienda”, il documento promosso da Mindwork – prima società italiana per la consulenza psicologica online in ambito aziendale – e nato per condividere valori e competenze in favore del benessere psicologico di ogni individuo. A sottoscriverlo, le aziende del Mental Well-being Council, il Board voluto da Mindwork, composto da Carrefour, Enel, Gruppo Cassa Centrale e Lundbeck Italia, prime aziende promotrici e firmatarie del documento.

Siamo particolarmente orgogliosi di presentare il Manifesto, uno strumento che riteniamo utile per promuovere e mettere a terra il benessere psicologico in azienda. Prestare attenzione ai bisogni e ai vissuti delle proprie persone, accogliere le loro necessità e favorire una leadership consapevole dell’importanza della dimensione mentale costituiscono valori fondamentali per organizzazioni sane – afferma Mario Alessandra, Founder & CEO di Mindwork. Siamo lieti che al nostro appello, proprio nell’ottica di fare sistema, abbiano aderito e contribuito importanti rappresentanti del tessuto imprenditoriale italiano”.

Il Manifesto, infatti, coinvolge le imprese sensibili al tema e offre indicazioni e best practice utili a raggiungere e mantenere una cultura organizzativa a misura di benessere psicologico, dove le persone si sentano rappresentate e accolte, dove la leadership sia attenta alla dimensione emotiva e l’azienda consapevole del suo impatto sociale. Il documento offre una traiettoria per il futuro, sulla base di inclusività e crescita reciproca, tramite lo sviluppo di valore, condivisione di intenti e impegno concreto da parte delle aziende firmatarie.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno nel mondo si registra una perdita di circa 1000 miliardi di dollari a causa di fattori come ansia e depressione, e ciò si riflette nelle 12 miliardi di assenze annue dal lavoro legate al malessere psicologico. Non solo, da una più recente indagine da parte del Future Forum emerge che il 42% dei lavoratori e delle lavoratrici ha dovuto contrastare gli effetti del burnout a livello globale – una stima che risulta notevolmente in crescita nel nostro Paese.

Si tratta di un fenomeno che impatta inevitabilmente sul decremento della performance e su assenteismo e turnover, che a loro volta causano effetti negativi sia a livello individuale che lavorativo, con un forte impatto sullo sviluppo aziendale.

Le persone sono arance, non spicchi. Dobbiamo prendercene cura e solo in questo modo le nostre organizzazioni potranno fiorire” – Guido Stratta, Direttore People and Organization del Gruppo Enel.

Oggi più che mai un’organizzazione aziendale non può permettere che dimensioni come il benessere fisico e psichico delle proprie persone siano trascurate. Da qui l’impegno costante e continuo di Lundbeck Italia affinché ogni persona possa essere al proprio meglio, sempre.

Il nostro coinvolgimento in questo progetto vuole ancora una volta sottolineare quanto sia importante sostenere la salute del cervello con impegno, dichiarazioni, progettualità ed attività pratiche e concrete nell’ambiente di lavoro. Solo insieme e grazie all’integrazione tra persone, aziende ed istituzioni possiamo rendere il benessere delle persone una priorità di tutti!

Raffaella Maderna, People & Communication Director Lundbeck Italia

“Siamo orgogliosi di essere tra le prime aziende promotrici e firmatarie di Be Mindful, il Manifesto per il benessere psicologico in azienda, promosso da Mindwork, con cui collaboriamo e condividiamo i valori ” afferma Paola Accornero, General Secretary and HR Director di Carrefour Italia. “Da sempre la nostra priorità è garantire e promuovere un ambiente lavorativo sicuro, positivo, inclusivo ed equilibrato, con tante iniziative che abbiamo realizzato sul tema del benessere mentale. Inoltre proprio a giugno di quest’anno, abbiamo confermato il nostro impegno in questo ambito scegliendo di diventare Società Benefit, tra le cui finalità c’è anche il miglioramento del well-being di tutti i nostri collaboratori”

Abbiamo offerto un servizio come quello di Mindwork alle nostre persone, gratuito e accessibile a tutti, creato numerose campagne di comunicazione per sensibilizzare le persone sui temi del benessere psicologico al fine di conoscere e riconoscere alcuni fenomeni.” Dichiara Giorgio Pasolli, Responsabile del Servizio People and Corporate Culture – Direzione Risorse Umane di Cassa Centrale Banca

I PRINCIPI DI “BE MINDFUL: IL MANIFESTO PER IL BENESSERE PSICOLOGICO IN AZIENDA”

“Be Mindful: il Manifesto per il benessere psicologico in azienda” tiene conto di tre principali soggetti, quali persona, leadership e società, promuovendo il benessere del singolo, delle figure responsabili all’interno dell’organizzazione e della comunità tutta.

Persona

  1. Benessere a 360°: si considera il benessere nella sua completa accezione che comprende le dimensioni fisica, psicologica, relazionale e finanziaria.
  2. Consapevolezza: viene ritenuta essenziale la consapevolezza di sé e dei propri vissuti, al fine di poter autoregolare le proprie emozioni.
  3. Person Integration: si ritiene che ogni individuo sia caratterizzato da diversi ruoli e vissuti e che sia compito dell’impresa promuovere iniziative che permettano di far sentire le persone “complete”.
  4. Equilibrio: si lavora all’ottenimento dell’equilibrio psicofisico di ciascuno, ma si offre anche una rete di supporto laddove questo venga a mancare.
  5. Unicità: si favorisce l’espressione dell’unicità individuale, consapevoli del valore che queste portano all’azienda.

Leadership

  1. Autoconsapevolezza: si predilige l’autoconsapevolezza di manager e responsabili quale punto di partenza per una leadership sana.
  2. Riconoscimento: è importante che venga riconosciuta la persona oltre il ruolo e che si sia in grado di cogliere segnali di malessere psicologico.
  3. Sicurezza psicologica: è fondamentale che ciascuna persona si senta accolta e al sicuro nello scambio di opinioni, informazioni e considerazioni all’interno del team.
  4. Perno relazionale: è necessario investire in una relazione di qualità con le persone per alimentare e ottimizzare quella lavorativa.
  5. Senso del limite: ci si pone a fianco dei manager e responsabili nello stabilire i confini e nel supportarli nei momenti di difficoltà.

Società

  1. Incertezza: vengono forniti informazioni e strumenti per gestire i vissuti emotivi derivanti dall’incertezza percepita verso il futuro.
  2. Cambiamento climatico: ci si impegna attivamente nel mantenere una responsabilità sociale tenendo conto delle possibili sensazioni di eco-ansia causate dal cambiamento climatico in corso.
  3. Progresso tecnologico: viene promossa la capacità di adattamento e la flessibilità, quali elementi chiave per il proprio benessere.
  4. Benessere civico – il ruolo del contesto: viene riconosciuto l’impatto di un contesto mutevole e delle sue variabili, da comprendere fino in fondo per poter sostenere adeguatamente le proprie persone.
  5. Benessere civico – il ruolo della persona: viene riconosciuto il ruolo attivo delle proprie persone come cittadini e cittadine: stare bene in azienda significa portare benessere all’intera società.

Per maggiori informazioni: https://www.mindwork.it/

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI