20.5 C
Roma
venerdì, 12 Aprile, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

“Novara, il musical Peter Pan al Coccia per una città inclusiva e con meno barriere” di Barbara Cottaz

Qualcuno vuole solo cantare, qualcun altro accenna un passo di danza, altri amano tanto la recitazione: il musical è stata la soluzione giusta per coinvolgere tutti e adesso i ragazzi dell’associazione «Il timone» saliranno sul palco più importante della città per raccontare il loro «Peter Pan».

Lo spettacolo che andrà in scena domani, giovedì, alle 18,30 al teatro Coccia è in fondo anche la rappresentazione del lavoro che dal 2015 svolgono operatori e volontari del centro per i disabili de «Il timone» di via Giovanni Da Verrazzano: offrire l’attività giusta per ciascuno.

Il «Peter Pan» allestito dalla compagnia teatrale segue il «Pinocchio» di un anno fa, prima produzione del laboratorio allestito dall’associazione e dalla Scuola del teatro musicale di Novara. Da marzo 2022 la regista Chiara Valli e il coreografo Fabio Crivellari con la direzione musicale di Laura Grosso tengono un incontro alla settimana nel centro sostenuto dalla Fondazione De Agostini, accanto alla sede di via Da Verrazzano: «Il teatro in genere è uno strumento capace di creare benessere psicofisico nelle persone con disabilità, di aumentare la loro consapevolezza, l’autostima, la capacità linguistica e la gestione delle emozioni – dice Ugo Negri, segretario de “Il timone” -. Questo musical nasce con l’idea di consentire ai ragazzi di esprimersi liberamente, nel modo che preferiscono».

PUBBLICITÀ

Le altre attività

E’ un principio ispiratore che viene seguito anche nelle altre attività proposte ai 75 over 18 anni e ai 31 bambini e adolescenti con varie disabilità che frequentano gli spazi attrezzati con palestra, laboratori di arte, musica e spettacolo, aule di lezione per chi ha esaurito l’obbligo scolastico e ambulatori per terapie mirate. Come è il progetto che il centro sta elaborando per un’assistenza personalizzata verso l’autonomia partendo dai bambini di 8 anni: «Si svolgerà in parte nel nostro centro e in parte a casa della persona disabile perché coinvolge tutta la famiglia – spiega Negri -. Sarà un percorso settimanale che educherà all’indipendenza in alcune attività che saranno proposte dall’operatore e poi replicate dai genitori».

I più grandi, invece, aspettano che le giornate siano più calde e assolate per partire in barca a vela. Da aprile, infatti, tredici ragazzi sperimenteranno dieci lezioni sul lago con il Circolo Vela di Orta che ha barche e operatori formati per accogliere i disabili. «Avevamo già fatto qualche esperimento ed era andato benissimo – sorride Negri -, adesso è il momento di scendere in acqua».

«Stare in scena tutti insieme»

Intanto al centro fervono le prove del musical, fino alla «generale» che sarà domani alle 15 sul palco del Coccia: «Ci serviva uno spazio ampio perché i ragazzi devono stare in scena tutti insieme, gli ingressi e le uscite li disorienterebbero troppo – racconta il segretario dell’associazione -. Così ci siamo rivolti al Coccia e avviato questa collaborazione splendida».

Lo spettacolo sarà preceduto da una breve introduzione con Luca Piantanida, assessore alle Politiche Culturali del Comune, Davide Ienco, presidente di Stm e, in videocollegamento, Corinne Baroni, direttore artistico del Coccia. Il ricavato dei biglietti di ingresso (5 euro) andrà tutto al progetto «Respiro» in cui è impegnato Maurizio Viri, primario di Neuropsichiatria infantile al Maggiore, che ne parlerà dal palco del Coccia.


Fonte: https://www.lastampa.it/

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI