15.2 C
Roma
martedì, 5 Marzo, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Si è conclusa la Campagna europea 2023, con protagonista la “Partita con mamma e papà”

Si è giocata nei mesi di giugno, luglio e ottobre 2023 la settima edizione della “Partita con mamma e papà”, l’atteso incontro tra figli e genitori detenuti, organizzata da Bambinisenzasbarre in collaborazione con Il Ministero di Giustizia – Dipartimento Amministrazione Penale. L’iniziativa è parte integrante della campagna europea promossa dal network COPE (Children Of Prisoners Europe), “Non un mio crimine ma una mia condanna”.

In Italia, la campagna assume il nome “Carceri Aperte” e mira alla sensibilizzazione sull’inclusione sociale e le pari opportunità per tutti i bambini, con l’obiettivo di porre l’attenzione sul tema dei pregiudizi di cui spesso sono vittime i 100 mila bambini in Italia (2,2 milioni in Europa) che hanno il papà o la mamma in carcere e sono emarginati.

Bambini che vivono in silenzio il loro segreto del genitore detenuto per timore di essere stigmatizzati ed esclusi. La campagna, come accaduto gli anni passati, apre le porte degli istituti penitenziari italiani e consente l’accesso ai figli e familiari dei detenuti.

“La Partita con mamma e papà” di Bambinisenzasbarre, consente di vivere un momento di gioco che per gli altri bambini è assolutamente normale, ma per il figlio di un genitore detenuto diventa un incontro eccezionale che rimane a lungo nella memoria.

All’edizione 2023 della “Partita con mamma e papà” si stima che abbiano partecipato circa 2050 genitori e 4250 bambini, bambine e parenti stretti. 79 sono gli istituti penitenziari che hanno aderito, dal Piemonte alla Sicilia, dove si sono disputate 83 partite tra figli e genitori detenuti.

La prima regione per adesioni è stata la Sicilia con 11 istituti, seguita dalla Lombardia con 10, la Calabria con 9, la Campania con 8, il Lazio e l’Emilia Romagna con 6, la Puglia e il Piemonte con 5 carceri.

In calendario restano ancora da giocare 4 partite che per le particolari condizioni climatiche di questa estate sono state rimandate: a Piacenza, Vigevano e Matera sono in programma nel mese di mentre settembre a Laureana non è ancora stata riprogrammata.

Come nelle precedenti edizioni la macchina organizzativa di Bambinisenzasbarre ha trovato la preziosa collaborazione dal personale degli istituti che hanno aderito all’iniziativa. Un grazie a direttori, comandanti e personale della Polizia Penitenziaria, ai Funzionari Giuridico Pedagogici e tutti coloro che hanno collaborato con i professionisti di Bambinisenzasbarre operanti nelle carceri, rendendo possibile un evento molto sentito e atteso da bambini, genitori detenuti e famiglie.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI