34.7 C
Roma
giovedì, 20 Giugno, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Secondigliano dà un calcio a Gomorra

La Fondazione il Fatto Quotidiano, insieme all’Associazione Sportiva Dilettantistica Secondigliano (ASD), si è impegnata a raccogliere fondi per riaprire il campetto da calcio Emilia Laudati nel quartiere Secondigliano di Napoli. 

Un campo di calcio dove dieci anni fa c’era il fortino del clan Di Lauro. A ridosso di quella che fu la più grande piazza di spaccio a cielo aperto, nel Rione dei Fiori, noto alle cronache come “terzo mondo”, oggi, in quelle stesse aiuole adibite al consumo di droga, ci sono decine di ragazzi che giocano.

A Secondigliano nel parco Emilia Laudati è stato inaugurato il campetto finanziato grazie alla raccolta fondi “Un calcio a Gomorra” organizzata da Fondazione Il Fatto Quotidiano insieme all’associazione sportiva Secondigliano ASD. Alla presenza del Procuratore nazionale Antimafia Giovanni Melillo, del Procuratore di Napoli Nicola Gratteri e del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi la struttura ha finalmente aperto i cancelli.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI