10.3 C
Roma
sabato, 24 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Fredy Hirsch era ebreo, omosessuale ed educatore

Ciò che fece nell’abisso di Auschwitz prima di morire fu una sorta di miracolo: in uno scenario storico considerato la massima esperienza di disumanità e cancellazione della dignità del soggetto, Hirsch riuscì a dare senso umano (e umanizzante) all’educazione e all’educare, consegnandoci una straordinaria lezione di resilienza e resistenza che ci spinge a considerare alcuni aspetti della cura educativa e della relazione di aiuto in condizioni estreme.
Un educatore ad Auschwitz. Una storia dimenticata: l’Omocausto di Carlo Scovino non solo ne racconta la storia, ma ci introduce anche ai temi dell’Omocausto, sui quali solo da alcuni decenni si è cominciato a far cadere il velo del silenzio, approfondendo il rapporto delle religioni monoteiste con l’omosessualità, con un focus sulla religione ebraica.
Un libro necessario in un tempo in cui la parola minoranza sta assumendo politicamente un significato preciso; perché non lo diventi nelle pratiche educative è una scelta che ci compete. Una voce da accogliere e a cui dar eco, perché raccontare l’ingiustizia restituisce alla memoria quel diritto negato.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI