18.2 C
Roma
mercoledì, 28 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Legge 104 permessi 2024: novità e agevolazioni per disabili

Assegno di inclusione: sostegno alle famiglie

Per le famiglie con disabili, dal 2024 sarà attivo l’Assegno di inclusione, che prende il posto dell’attuale Reddito di Cittadinanza, confermato fino al 31 dicembre 2023 per chi ha persone con disabilità nel proprio nucleo familiare, con alcune regole.

Ha un valore che può variare da un minimo di 480 euro annui a un massimo di 6.000 euro annui moltiplicato per il parametro della scala di equivalenza, a cui si può aggiungere al massimo 3.360 euro annui in caso di affitto.

Detrazione spese mediche: maggiori agevolazioni

Alcune spese sanitarie sostenute per le persone con disabilità, insieme a quelle per tutti da indicare tra i bonus modello 730, sono ammesse integralmente alla detrazione del 19%, senza applicare la franchigia di 129,11 euro prevista per gli altri soggetti. Ciò vale, per esempio, per le somme pagate per il trasporto in ambulanza del disabile, per l’acquisto di arti artificiali per la deambulazione, ecc.

Il dossier aggiornato a ottobre 2023 relativo alle spese sanitarie, le specifica nel dettaglio e sottolinea che per i disabili sono deducibili integralmente dal reddito complessivo: le spese mediche generiche, quali medicinali, prestazioni rese da un medico generico e spese di assistenza specifica.

Aumento dell’assegno unico universale per i figli disabili

Un’altra conferma significativa nell’ambito delle agevolazioni per disabili nel 2024 riguarda l’aumento strutturale dell’assegno unico per i figli disabili. Oltre ai rialzi per le famiglie numerose e le maggiorazioni per il primo anno di vita del bambino, è valida già dal 2023 la maggiorazione.

In sostanza, a partire dal 1° gennaio 2023 è diventato effettivo il riconoscimento a tutti i figli a carico con disabilità, indipendentemente dall’età, dell’importo base dell’Assegno unico universale previsto per i figli minorenni, ovvero 175 euro mensili a figlio. Tale importo spetta in misura piena o ridotta a seconda del limite ISEE.

Confermata, inoltre, l’equiparazione della maggiorazione dell’importo base tra figli minorenni e figli maggiorenni sotto i 21 anni. Tale maggiorazione viene calcolata sulla base della condizione di disabilità e oscilla dai 85 ai 105 euro a seconda del grado di disabilità del figlio.

Infine, nel caso di nuclei con almeno un figlio a carico con disabilità, la Manovra rende strutturale dal 1° gennaio 2023 anche la maggiorazione extra di 120 euro mensili per le famiglie con ISEE sotto i 25.000 euro.

Tutti i dettagli sono contenuti in questo approfondimento.

Borse di studio per studenti universitari con disabilità

Sempre con riferimento alla disabilità e all’istruzione, la Legge di Bilancio stabilisce che a partire dal 1° gennaio 2023, e quindi anche nel 2024, quanto riconosciuto a titolo di borse di studio percepite dagli studenti universitari con disabilità non si computa ai fini del calcolo e del raggiungimento dei limiti reddituali per la percezione di alcune prestazioni.

Ciò significa che si esclude l’importo della borsa di studio dal calcolo del limite di reddito per ottenere determinate prestazioni.

Incentivi allo sport per i disabili

La Manovra 2024 conferma un aumento di 1 milione di euro per il 2024 delle risorse del “Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano”.

Tra le misure previste in questo fondo, sono incluse anche quelle per incentivare l’avviamento all’esercizio della pratica sportiva delle persone disabili mediante l’uso di ausili per lo sport.

Infine, fino al 22 gennaio 2024 è attivo anche il Bando per il riconoscimento di contributi economici per l’acquisto di ausili e protesi per lo svolgimento di attività sportive amatoriali destinate a persone con disabilità fisica.

Bonus assunzioni per i disabili under 35

Il Decreto lavoro convertito in Legge ha introdotto il bonus assunzioni disabili under 35. Si tratta di un contributo in favore degli Enti e varie organizzazioni del Terzo settore che assumono a tempo indeterminato persone con disabilità che abbiano età al di sotto dei 35 anni.

In questo approfondimento spieghiamo cos’è, come funziona e a chi spetta il bonus assunzioni disabili under 35.

Aiuti extra per l’acquisto dei libri scolastici

Alcune Regioni e Comuni hanno previsto anche degli aiuti extra sui bonus libri sulle borse di studio per gli studenti con disabilità. Oltre ai classici voucher per l’acquisto di libri e di materiale didattico sono previste, in alcuni casi, delle maggiorazioni per gli alunni con disabilità.

Regole modificate su fondi e riconoscimento dell’invalidità

Dal 2024 la Legge di Bilancio 2024 istituisce un Fondo unico per l’inclusione delle persone con disabilità. Tale importo sostituisce le risorse complessive di fondi preesistenti, quali il Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità, il Fondo per l’assistenza all’autonomia degli alunni con disabilità, il Fondo per il sostegno del caregiver familiare e il Fondo per l’inclusione delle persone sorde e con ipoacusia. Cambiano anche le regole per il riconoscimento dell’invalidità civile nel 2024.


Fonte: https://www.circuitolavoro.it/tutti-i-bonus/famiglia/legge-104-agevolazioni-e-novita-per-disabili/

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI