18.2 C
Roma
mercoledì, 28 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Al via Feel Good, la campagna di Cittadinanzattiva di informazione e sensibilizzazione sull’obesità

Circa il 10% degli adulti e il 4% degli adolescenti in Italia è affetto da obesità. Numeri destinati a crescere a livello mondiale dove si stima che nel 2035 saranno interessati da questa patologia circa un adulto su quattro e un bambino su cinque.

È in questo contesto che nasce Feel Good, una campagna di sensibilizzazione ed informazione sull’obesità rivolta ad adolescenti ed adulti attraverso attività di formazione, prevenzione e attivazione dei cittadini coinvolti, a partire dai più giovani. La campagna, promossa da Cittadinanzattiva in collaborazione con Federfarma, ha appena preso il via con il coinvolgimento degli studenti di 5 scuole (Istituto di Istruzione Superiore “Tommaso D’Oria” di Ciriè -TO; Istituto di Istruzione Superiore “Giovanni Sulpicio” di Veroli (FR); Liceo Scientifico “Giuseppe Peano” di Roma; Liceo Ginnasio “Mario Cutelli e Carmelo Salanitro” di Catania; Istituto Professionale “Pietro Piazza” di Palermo) e nelle prossime settimane con attività specifiche nelle farmacie aderenti nelle stesse città.

Attraverso un percorso formativo online, conclusosi nei giorni scorsi, sono stati formati 150 studenti delle suddette scuole su tre tematiche specifiche: curare e favorire il proprio benessere fisico e psichico; promuovere la body positivity; riconoscere e affrontare fenomeni di body shaming, sia nella vita quotidiana che sui social network. I ragazzi saranno a loro volta i protagonisti di una formazione “peer to peer” rivolta agli studenti di tutti e cinque gli istituti, nei quali si realizzeranno appositi corner informativi dedicati a Feel Good.

A febbraio un percorso analogo sarà riservato ai docenti e alle famiglie per rafforzare il ruolo della comunità educante nella prevenzione e sostegno alla cura della obesità.

Sempre a febbraio, e in prossimità della Giornata mondiale contro l’obesità del 4 marzole farmacie aderenti delle cinque città saranno protagoniste di attività di sensibilizzazione ed educazione sanitaria nei confronti dei cittadini che potranno compilare un questionario per rilevare il grado di conoscenza e consapevolezza dei fattori di rischio dell’obesità.

L’obesità è una patologia dalle forti implicazioni sociali, oltre che impattante per i costi sanitari, individuali e collettivi. Con Feel Good vogliamo affrontare questo tema con un approccio multidimensionale: si tratta infatti non solo di promuovere, a cominciare dai più giovani, l’informazione e l’educazione ai corretti stili di vita, ma anche di favorire un atteggiamento che combatta pregiudizi, stereotipi, linguaggi ed immagini inadatte che troppo spesso, nella vita quotidiana come sui social network, accompagnano chi è affetto da obesità o da forte sovrappeso, incidendo anche sul benessere mentale di queste persone. E dobbiamo ricordarlo, l’obesità non è riconosciuta nei Lea e questo non favorisce i percorsi di cura per chi ne è affetto, perchè centri ed equipe specializzate ed integrate sono insufficienti come numero e presenti in maniera non uniforme sul territorio nazionale”, dichiara Anna Lisa Mandorino, Segretaria generale di Cittadinanzattiva.

Ulteriori informazioni e l’aggiornamento sul lavoro nelle scuole e nelle farmacie sono disponibili alla pagina web.

Dati di contesto su sovrappeso e obesità

In Italia, in base a dati ISTAT-Ministero della salute riferiti al 2021, nella popolazione adulta si registra una percentuale di soggetti in sovrappeso pari al 36,1% (maschi 43,9%, femmine 28,8%) e affetti da obesità pari al’11,5% (maschi 12,3%, femmine 10,8%), con una stima complessiva di circa 4 milioni di persone adulte obese. Il quadro epidemiologico sull’obesità infantile delineato per il 2022 dalla ricerca coordinata per l’Italia dall’Istituto superiore di Sanità ISS- Epicentro, l’Health Behaviour in School-aged Children – Comportamenti collegati alla salute dei ragazzi di età scolare (HBSC), evidenzia che il 18,2% dei ragazzi di 11-17 anni è in sovrappeso, mentre il 4,4% risulta obeso, con dati crescenti rispetto alle precedenti rilevazioni. L’eccesso ponderale diminuisce lievemente con l’età, e risulta maggiore nei maschi e nelle regioni del Mezzogiorno. A livello mondiale, secondo le stime attuali – dato del 2020 – riferite ai 161 paesi presenti in “The Economic Impact of Overweight & Obesity in 2020 and 2060” (World Obesity Federation & RTI International, 2022) quasi 1 miliardo di persone vive con l’obesità (cioè una persona su sette), con una stima che prevede 1,9 miliardi di individui obesi entro il 2035 (quasi uno su quattro), di cui 1,5 miliardi adulti e quasi 400 milioni bambini (cioè 1 bambino su 5).

La Campagna Feel Good è promossa da Cittadinanzattiva, in collaborazione con Federfarma, e con il contributo non condizionante di Novo Nordisk. La stessa si avvale della consulenza di un ampio tavolo di lavoro composto da:  Fondazione Italiana Ricerca sulle malattie delle ossa (FIRMO); Società Italiana Cardiologia (SIC), Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), Società Italiana di Pediatria (SIP), Consiglio Nazionale Ordine Psicologi (CNOP), Società Italiana di Endocrinologia (SIE), Società Italiana di Diabetologia (SID), Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (FNOPI), Società Italiana Obesità (SIO), Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle malattie metaboliche (SICOB), Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI),Federfarma, Associazione Amici obesi (AAO), Associazione Italiana Diabetici (Fand), Diabete Italia onlus, Associazione Italiana Scompensati Cardiaci (AISC), Associazione Cuore nostro – Patologie delle valvole cardiache, Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale (A.L.I.Ce.), Associazione Respiriamo Insieme, Associazione Nazionale Pazienti Bariatrici- La Mattina dopo ODV.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI