18.2 C
Roma
mercoledì, 28 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Al via i primi interventi assistiti con gli animali nella realtà delle Residenze per Anziani

Per la prima volta i geriatri e i veterinari hanno fatto squadra dando vita al progetto “VET-eris” per valorizzare il ruolo degli interventi assistiti con animali per migliorare la qualità di vita degli anziani.

Il progetto, frutto di un percorso, che è stato presentato anche in Senato, ha come obiettivo principale quello di promuovere l’approccio «One Health», perseguendo la qualità di vita e la salute di anziani e animali attraverso interventi assistiti con gli animali.

“VET-eris è nato per favorire l’invecchiamento attivo e sano attraverso stili di vita salutari con interventi non farmacologici – spiega Andrea Ungar, Professore di Geriatria Università di Firenze, Direttore dell’Unità di Geriatria dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi  e Presidente VET-eris–e l’interazione uomo-animale ne è un esempio: infatti, la creazione di un legame, anche temporaneo, ha dimostrato benefici terapeutici significativi.

VET-eris è attiva e ha compiuto i primi passi con interventi assistiti con gli animali nella realtà delle Residenze per Anziani”.

“Abbiamo in programma altre attività- conclude Ungar- che ci auspichiamo di poter estendere in tutto il territorio italiano”.

Investire in progetti dedicati al miglioramento della salute e del benessere delle persone anziane è fondamentale anche per il futuro dell’intera collettività, se si considera che – stando alle previsioni demografiche – nel 2030 più del 24% della popolazione europea sarà over 65 e che, in Italia, sono presenti più di 13 milioni di persone che superano i 65 anni di età.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI