10.3 C
Roma
sabato, 24 Febbraio, 2024

fondato e diretto da Paola Severini Melograni

Il WFP fa appello per un accesso continuato a Gaza per fornire assistenza salvavita

L’agenzia ONU World Food Programme (WFP) ha rinnovato il suo appello per un accesso umanitario duraturo a Gaza, dove centinaia di migliaia di persone in fuga dalla violenza hanno disperatamente bisogno di cibo, acqua e forniture mediche, mentre rifornimenti umanitari stanno convergendo al confine egiziano con Gaza. Il WFP ha stock di cibo per 244.000 persone posizionati vicino al confine con Gaza. Ulteriori forniture alimentari stanno arrivando nel nord-est dell’Egitto, dove si sta allestendo un centro logistico per l’assistenza.

“È necessario che il WFP riceva il permesso di portare questo cibo a Gaza per la distribuzione immediata. E non solo una volta. Abbiamo bisogno di un accesso duraturo. La situazione è catastrofica e le nostre scorte all’interno di Gaza si stanno esaurendo. Ogni giorno che passa sempre più persone precipitano nella fame grave”, ha detto Corinne Fleischer, Direttrice regionale del WFP per il Medio Oriente, il Nord Africa e l’Europa dell’Est.

“La situazione è disastrosa. Non abbiamo mai visto niente del genere”, ha detto Samer Abdeljaber, Direttore nazionale del WFP nello Stato di Palestina. “I nostri team lavorano 24 ore su 24 per distribuire cibo e garantire che il sistema di voucher elettronici continui a funzionare. La cosa straziante è che centinaia di persone fanno la fila per ore ogni giorno per prendere le razioni di pane nei panifici di tutta Gaza, mentre il cibo è lì, pronto per la distribuzione, appena oltre il confine”.

Qui gli ultimi aggiornamenti operativi WFP nello Stato di Palestina dall’inizio della crisi:

  • Lunedì circa 170.000 persone hanno ricevuto pane fresco e più di 15.000 persone hanno riscattato un voucher in contanti.
  • Il WFP dispone già di 310 tonnellate di cibo pronto – sufficienti a sfamare 244.000 persone – al confine egiziano o in transito verso di esso. Si tratta di biscotti ad alto contenuto energetico, pesce in scatola e barrette di datteri, tutti prodotti che non richiedono cottura.
  • Sono in arrivo altri rifornimenti di cibo. Un aereo è atterrato domenica ad Al Arish, nel nord-est dell’Egitto, con 5 tonnellate di biscotti ad alto contenuto energetico. Un secondo aereo è arrivato lunedì trasportando altre 15 tonnellate di alimenti, insieme ad unità di stoccaggio mobili per gli sforzi logistici.
  • Nonostante le immense sfide, il WFP ha fornito assistenza alimentare e in denaro a circa 522.000 palestinesi. Il WFP prevede di fornire assistenza alimentare vitale a oltre 800.000 persone a Gaza e in Cisgiordania.
  • Per le sue operazioni, il WFP ha bisogno immediato di 74 milioni di dollari per i prossimi tre mesi.
  • Le scorte alimentari nei negozi di Gaza dureranno meno di una settimana. Molti negozi non sono in grado di rifornirsi dai grossisti a causa di danni alle strade, alle infrastrutture e all’insicurezza.
  • A Gaza è in funzione solo un mulino e pochi panifici riescono a lavorare, con la conseguenza che le forniture di pane stanno scarseggiando. Le persone rimangono in fila per ore per il pane.

ARTICOLI CORRELATI

CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI